Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Docente che a 67 anni non ha maturato i 20 anni di contributi può rimanere in servizio?

WhatsApp
Telegram

Cosa accade al dipendente pubblico se non ha raggiunto i 20 anni di contributi al compimento dei 67 anni?

Il grosso problema di chi ha iniziato a lavorare tardi è proprio quello di non raggiungere i 20 anni di contributi minimi necessari per il pensionamento. Ma cosa accade al docente che non raggiunge il diritto alla pensione al compimento dei 67 anni? Scopriamolo rispondendo ad una nostra lettrice che ci scrive:

Gentilissimi, Avrei due domande che riguardano la mia situazione pensionistica.
1) Se nel 2023, compiendo 67 anni a gennaio, non ho maturato 20 anni di servizio, dovrò comunque andare in pensione oppure posso chiedere di rimanere in servizio?
2) Come vengono calcolati gli anni di preruolo a livello pensionistico?

Grazie in anticipo della risposta.

Pensione a 67 anni, che succede se non ci sono 20 anni di versamenti?

Per il dipendente pubblico che al compimento dei 67 anni non ha versato i 20 anni di contributi minimi, è possibile restare in servizio. Ma si deve presentare, entro i termini previsti dal MIUR per la domanda di cessazione, domanda di trattenimento in servizio. Se, quindi, compie i 67 anni a gennaio 2023, le consiglio di seguire le circolari MIUR per capire quando presentare l’eventuale domanda di trattenimento in servizio.

Quest’ultima sarà accettata solo se il dipendente, permanendo al lavoro fino al compimento dei 71 anni riesce a raggiungere i 20 anni di contribuzione necessari per accedere alla pensione di vecchiaia.

Per quanto riguarda gli anni di preruolo, anche se gli stessi non sono considerati per intero ai fini della progressione della carriera, a livello pensionistico i contributi risultano versati e, pertanto, sono conteggiate per i contributi effettivamente versati.

Per sapere con precisione quanti anni di contributi ha le consiglio di richiedere un ecocert all’INPS dal quale risulteranno tutti i contributi versati.

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

“Come compilare il nuovo pei pagina dopo pagina”. Corso tecnico/pratico di Eurosofia a cura di Evelina Chiocca, Ernesto Ciracì, Walter Miceli