Docente bacia alunna: condannato a un anno e quattro mesi di reclusione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Un docente di educazione fisica è stato condannato a un anno e quattro mesi di reclusione per violenza sessuale: avrebbe baciato l’alunna. Lo riferisce Ansa.

La studentessa aveva meno di 14 anni, il professore le avrebbe stretto le braccia per fare in modo che non potesse muoversi e, dopo aver fatto uscire gli altri ragazzi dallo spogliatoio, l’avrebbe baciata.

L’uomo, che pare avesse già esternato i propri sentimenti all’allieva, nega l’accusa di atti sessuali all’interno della scuola, e si difende dicendo che l’avrebbe baciata sulla guancia. Per la Cassazione però il gesto, ovvero il bacio sulla guancia, “diventa, nello specifico contesto in cui è stato posto in essere, l’evidente espressione di una carica erotica, indirizzata com’era alla invasione della sfera sessuale della giovane allieva”.

Per i giudici si tratta quindi di un comportamento inusuale per un docente e l’indubbia connotazione sessuale dell’episodio è emersa anche dalla circostanza che il docente aveva “appena prima allontanato l’altra allieva, rimandandola in classe”. Per i giudici l’atto ha natura erotica viste le circostanze e considerato che il professore ha impedito all’allieva di muoversi bloccandole le braccia.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione