Docente bacia allieva sulla guancia, violenza sessuale. Sentenza

WhatsApp
Telegram

Un docente di educazione fisica bacia una studentessa, all’epoca dell’età di 14 anni, sulla guancia. Anche il bacio è stato considerato dal tribunale come un atto sessuale.

Il docente, secondo la ricostruzione dei fatti, si era invaghito della minorenne, tanto che dopo la fine delle attività fisiche, rimasto solo con la studentessa, l’aveva presa da dietro e l’aveva baciata sulla guancia.

I giudici della Cassazione, con sentenza n. 43423/2019, hanno bocciato la difesa dell’accusato relativamente alla valenza del bacio sulla guancia. Secondo il tribunale anche il bacio ha una valenza sessuale che, se non condiviso, può sfociare nella violenza sessuale perché lede la libertà di autodeterminazione del minore. Sebbene, in questo caso, la violenza viene classificata di minore gravità.

La Corte ha fatto presente che la norma penale tutela la sfera sessuale della vittima proteggendola da qualsiasi intrusione. E nel caso specifico il contatto con le labbra lede la libertà sessuale a prescindere dalla parte corporea coinvolta, quindi anche la guancia.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia ti offre il suo supporto per la Preparazione ai Concorsi scuola ed aumentare il punteggio per le graduatorie GPS