Si rifiuta di usare il pronome neutro per uno studente transessuale, docente sospeso e poi arrestato: era andato a scuola senza autorizzazione

WhatsApp
Telegram

Un docente di una scuola si è rifiutato di rivolgersi al proprio alunno con il pronome neutro. Lo segnala il Daily Mail. L’insegnante è stato messo in congedo retribuito in attesa dell’esito della procedura disciplinare. Il professore, però, non ha rispettato la decisione, recandosi lo stesso a scuola, tentando di insegnare nelle sue ore di lezione ed è stato arrestato.

La storia arriva dall’Irlanda e vede coinvolti un docente di fede cattolica, la dirigenza scolastica e la famiglia di un ragazzino transessuale. Lo studente aveva chiesto alle autorità scolastiche di poter essere identificato tramite il pronome “loro”. I suoi genitori avevano avallato questa scelta e firmato i moduli per avanzare l’istanza. Istanza accettata senza problemi dal dirigente scolastico.

Il docente, però, non ha accolto con favore l’iniziativa e ha continuato a indicare il ragazzo dandogli del “lui” rimanendo sordo alle proteste del giovane: “È una follia che sarò condotto da quest’aula a un luogo di incarcerazione, ma non rinuncerò alle mie convinzioni cristiane. Il transgenderismo è contro la mia fede cristiana. È contrario alle scritture, contrario all’etica della Chiesa d’Irlanda e della mia scuola”, afferma sempre al giornale inglese Daily Mail.

La ricostruzione dell’agenzia di stampa Reuters

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur