Docente aggredita da studente, il sociologo Marziale: “Il buonismo non basta più, serve revisione del processo penale minorile”

WhatsApp
Telegram

Il bullismo nelle scuole italiane si è trasformato in una crisi che richiede un’azione immediata e concertata. Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori e sociologo di rilievo, ha segnalato la crescente necessità di rivedere il processo penale minorile in Italia.

La crescente incidenza di atti di bullismo, spesso violenti, sta mettendo a rischio l’integrità fisica e psicologica degli insegnanti, e minando la qualità dell’istruzione.

Marziale ha dichiarato che la situazione attuale non può essere ignorata e che semplici misure preventive non sono più sufficienti. “Siffatti episodi – spiega Marziale – non sono sporadici, per fortuna non sempre così efferati, ma ogni santo giorno molti docenti vengono presi di mira e oltraggiati”.

La sua preoccupazione si estende anche alla necessità di una più ampia deterrenza, e avverte che, senza un intervento adeguato, le scuole potrebbero essere costrette a istituire posti di pubblica sicurezza.

Secondo Marziale, la adolescenza è un’età difficile ma non è una malattia. Lui crede che sia un diritto degli adolescenti essere esposti a una forma di deterrenza efficace che “faccia scuola”. Questo, secondo lui, aiuterà gli adolescenti a comprendere e rispettare i doveri che la società impone nel processo di socializzazione quotidiana. Marziale sottolinea l’importanza di una revisione del codice penale minorile, risalente al 1988, che a suo parere è obsoleto e inadeguato per affrontare le sfide attuali.

“È da decenni che tanti specialisti entriamo nelle scuole per dare una mano in termini di prevenzione e i risultati sono sotto gli occhi di chiunque”, ha dichiarato Marziale, sottolineando che gli sforzi passati non hanno avuto l’effetto desiderato e che una strategia più robusta e aggiornata è ormai necessaria. Mentre la prevenzione rimane un aspetto fondamentale, la necessità di una deterrenza più forte e di un rinnovato codice penale minorile diventa sempre più urgente.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri