Docente accusato di aver dato pugno ad uno studente. Genitore denuncia, ma Usr archivia il caso

Stampa

Un pugno accidentalmente dato ad uno studente nell’intento di bloccarlo prima che il ragazzo lanciasse una gomma al compagno. Una denuncia da parte dei genitori dell’alunno, ma adesso arriva l’archiviazione del caso da parte dell’Uffico scolastico regionale: nessun procedimento disciplinare per l’insegnante, vicino al traguardo della pensione.

La storia del professore emerge dal racconto pubblicato sul Corriere del Veneto.

Dopo il pugno rifilato allo studente, i genitori hanno protestato con le autorità competenti che hanno aperto il caso. Il procedimento disciplinare, però, è stato archiviato per insussistenza dei fatti.

Il docente, però, ha passato mesi con uno stato d’animo di profonda prostrazione che gli ha rovinato l’ultimo periodo prima della pensione. Adesso l’insegnante dovrà decidere se denunciare i genitori per diffamazione.

“É molto grave e triste dice Michela Gallina, coordinatrice provinciale del sindacato Gilda che l’esposto di un singolo genitore sia sufficiente ad indurre un dirigente scolastico all’avvio di un procedimento disciplinare, senza una preventiva verifica di plausibilità dell’accusa. Purtroppo si tratta dell’ennesimo caso in cui i familiari degli alunni intervengono pesantemente con accuse gravi ed infamanti non sufficientemente circostanziate e provate”.

Poi spiega: “Incuranti delle possibili conseguenze professionali, personali e psicologiche delle loro imputazioni, danno ragione e fiducia totale ai figli senza che un minimo di dubbio possa insinuarsi nella loro mente spingendoli a verificare o, quanto meno intervenire, ad esempio su un comportamento, come quello di lanciare gomme in classe durante la lezione, non del tutto consono al contesto”.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata