Docente accoltellata, lo studente va in carcere e dice al giudice: “Non so perché l’ho fatto”

WhatsApp
Telegram

Lo studente di 16 anni che ha accoltellato la sua insegnante nel milanese va in carcere. Lo ha stabilito il giudice per le indagini preliminari. L’accusa per il ragazzo è di tentato omicidio aggravato dalla premeditazione e detenzione di armi finalizzata alla commissione del reato di tentato omicidio.

Come segnala La Repubblica, il ragazzo ha detto al giudice: “Non so perché l’ho fatto“.

Secondo i magistrati, l’indagato “nel corso dell’udienza ha ammesso la propria responsabilità, non riuscendo a fornire una giustificazione per il gesto compiuto, e non ha formulato alcuna riflessione critica rispetto alla gravità dei propri agiti“.

“Le attività investigative proseguiranno per definire ulteriormente il quadro e ricostruire i tratti di personalità del giovane indagato – scrive in una nota la procura dei minori di Milano -. Al di là delle condizioni personali che possano aver determinato il gesto in questione, lo stesso va letto, a parere di questo Ufficio, quale episodio isolato, non sintomatico o tendenziale del disagio e malessere diffuso in alcune fasce della popolazione giovanile e adolescenziale”.

Docente accoltellata, “portatemi l’iPad in ospedale che aiuto i colleghi”. Lo studente si dice “sconvolto” e “chiederà perdono”

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto