Dl Scuola, via libera agli emendamenti per rafforzare il diritto allo studio in ambito universitario: 10 milioni in più per il fondo fuori-sede

WhatsApp
Telegram

La Commissione Cultura ha infatti approvato due emendamenti al Decreto-legge 31 maggio 2024, n. 71, noto come Dl Scuola&Sport.

Le nuove disposizioni si articolano su due fronti principali, mirando a rendere l’università più accessibile e inclusiva. Il primo intervento riguarda il sostegno agli studenti con disabilità gravissima, introducendo un innovativo “assegno di cura”. La misura, frutto della collaborazione tra il Ministero dell’Università e della Ricerca e gli organismi regionali per il diritto allo studio, prevede l’istituzione di un fondo sperimentale di 1,5 milioni di euro per il 2024.

L’assegno di cura rappresenta una novità assoluta nel panorama universitario. Il suo scopo è fornire assistenza qualificata durante le lezioni, alleviando il carico economico su studenti e famiglie e garantendo pari opportunità di accesso all’istruzione superiore.

Il secondo fronte di intervento riguarda il potenziamento del supporto per gli studenti fuori sede. Il fondo dedicato a questo scopo ha visto un incremento sostanziale di 10,3 milioni di euro per il 2024. I fondi saranno utilizzati per offrire contributi e rimborsi per le spese di locazione, incentivando così la mobilità studentesca e riducendo le barriere economiche all’accesso universitario.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA