DL Scuola, Sasso (Lega):”Diritti dei precari epurati, M5S carnefice dei lavoratori della scuola”

Stampa

“Ingiusta ed irrispettosa nei confronti dei sacrifici degli insegnanti precari.

Non ci sono altre parole per giudicare l’ipotesi, contenuta nella bozza di decreto scuola che il Ministero sta facendo circolare da ore, di rimandare l’aggiornamento delle graduatorie.

Negli ultimi 3 anni tantissimi docenti hanno sostenuto sacrifici enormi, accettando incarichi lontano da casa e dai propri affetti, al solo scopo di poter incrementare il punteggio, investendo inoltre cifre cospicue e tempo nella formazione, tanto auspicata dallo stesso Ministero.
Giustamente gli insegnanti precari ritengono questa eventualità altamente irrispettosa dei sacrifici, dei progetti, delle ambizioni legittime colpite duramente e per l’ennesima volta dalla Azzolina, sempre più nemico giurato dei lavoratori precari della scuola.

Scelta che appare ancor più immotivata ed incomprensibile, se si pensa al fatto che le segreterie, con lo smart working, potrebbero tranquillamente espletare l’aggiornamento delle graduatorie senza rischi.
Scelta che appare ancor di più personalizzata e mirata a colpire i precari, se si pensa che nello stesso momento in cui si nega, causa emergenza, l’aggiornamento delle graduatorie, la stessa emergenza svanisca nell’ autorizzare la domanda della mobilità, la didattica online ed i bandi per i concorsi.

L’ inadeguatezza del M5S alla guida del Paese, sta esplodendo drammaticamente, stanno oscurando le vite dei precari”.

Così in una nota il deputato pugliese della Lega Rossano Sasso, membro della Commissione Cultura della Camera dei Deputati

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia