Dl scuola, Bella (M5S): via il Mepa per acquisti legati alle esigenze di ricerca

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“In commissione Cultura abbiamo appena approvato l’emendamento del MoVimento 5 Stelle al decreto Istruzione che migliora l’esenzione dal Mepa (Mercato elettronico pubblica amministrazione) per le università e gli enti di ricerca”.

Lo scrive Marco Bella, deputato del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura, sulla sua pagina Facebook.

Oggi le lungaggini burocratiche soffocano i nostri ricercatori: negli anni si sono stratificate norme su norme che hanno complicato enormemente il loro lavoro. Ho fatto questo lavoro per diversi anni negli Usa, nel Regno Unito e in Danimarca: in nessuno di questi Paesi ho visto qualcosa di neanche lontanamente paragonabile al MEPA per le attività di ricerca.

I reagenti chimici, ad esempio, arrivavano il giorno seguente e non dopo un mese, come avviene invece in Italia rallentando enormemente lo sviluppo delle ricerche. Con questo emendamento mettiamo ordine nel settore e finalmente rendiamo le procedure di acquisto di beni e servizi al passo con quelle degli altri Paesi avanzati. Il nostro testo, che trovate nel primo commento, è stato sottoscritto dai colleghi di diverse forze politiche, a riprova che abbiamo risolto un problema molto sentito“, conclude Bella.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione