Decreto Rilancio: emendamenti graduatorie 2016, facenti funzioni DSGA, diplomati magistrale, concorso Dirigenti Scolastici inammissibili per la scuola

In V Commissione della Camera dichiarati inammissibili le norme su facenti funzione Dsga, docenti di sostegno senza titolo per accesso diretto ai corsi e ai concorsi, conferma dei ruoli per diplomati magistrale assunti da GaE, inserimento graduatorie di merito vincitori con riserva dei concorsi, idonei concorsi dirigenti scolastici Trento e Bolzano, pas straordinari anche su sostegno, corso-concorso per ds per ricorrenti, assunzioni per Afam.

La sintesi è a cura del sindacato Anief.  Il Presidente nazionale Marcello Pacifico commenta “Sbagliato trincerarsi dietro vizi procedurali per non affrontare alcuni problemi come quello del contenzioso avverso le procedure concorsuali; siamo di fronte a nuovi numeri record di precarietà. A settembre quasi una scuola su due non avrà il direttore amministrativo; migliaia di insegnanti della scuola dell’infanzia e primaria non avranno più la proroga dei contratti. In queste condizioni non potrà iniziare l’anno scolastico. Il Governo deve agire con delle soluzioni ai problemi segnalati in queste proposte che non potranno essere discusse. La politica deve dare una risposta e assumersi le sue responsabilità per non lasciare sempre la parola ai tribunali”.

Emendamenti inammissibili

Gallo 230.14, che prevede l’inserimento nelle relative graduatorie di merito, ai fini dell’assunzione a tempo indeterminato, dei soggetti privi del titolo abilitante che hanno superato le prove suppletive dei concorsi per docenti banditi nel 2016;

gli identici Alessandro Pagano 230.011 ed Eva Lorenzoni 230.039, che abrogano la disposizione in base alla quale il personale della scuola impegnato in innovativi e riconosciuti progetti didattici internazionali svolti in lingua straniera, al raggiungimento dei requisiti per l’accesso al trattamento di quiescenza, può chiedere di essere autorizzato al trattenimento in servizio retribuito per non più di 3 anni;

Fratoianni 230.012, che prevede l’inserimento nelle relative graduatorie di merito, ai fini dell’assunzione a tempo indeterminato, dei soggetti ammessi con riserva in virtù di un provvedimento cautelare, risultati idonei o vincitori dei concorsi a posti di docente banditi nel 2016, in subordine ai soggetti ammessi pleno iure;

Fratoianni 230.024, che dispone che alla procedura selettiva riservata per la progressione all’area di Direttore dei servizi generali e amministrativi nelle scuole (DSGA) degli assistenti amministrativi di ruolo che abbiano svolto a tempo pieno le funzioni di DSGA per almeno 3 anni scolastici interi, possono partecipare anche soggetti privi del titolo di studio richiesto per l’accesso al profilo di DSGA;

Mandelli 230.028, che dispone l’ammissione in sovrannumero al V ciclo del corso per il conseguimento della specializzazione su sostegno di tutti i soggetti idonei alle precedenti selezioni o in possesso del servizio di almeno 24 mesi svolto su posto di sostegno;

Mandelli 230.031, che dispone che gli insegnanti di sostegno non abilitati che hanno maturato almeno tre anni di servizio, possono partecipare alle procedure straordinarie per l’assunzione a tempo indeterminato su posti di sostegno;

Bucalo 230.032, limitatamente al comma 2, che dispone che il personale docente assunto a tempo indeterminato con riserva, in esecuzione di provvedimenti cautelari giurisdizionali, è confermato in ruolo in caso di superamento dell’anno di prova, con conseguente annullamento dei provvedimenti di licenziamento notificati dall’amministrazione nell’anno scolastico 2019/2020;

Bucalo 230.035, volto a reintegrare i vincitori dei concorsi ordinari per docenti banditi nel 2016, esclusi a seguito di contenziosi amministrativi;

Bucalo 230.037, limitatamente al comma 1, lettera b), che dispone che, dal 1o settembre 2020, i posti di Direttore dei servizi generali e amministrativi nelle scuole (DSGA) sono assegnati, tra l’altro, agli assistenti amministrativi facenti funzione con 36 mesi di servizio, anche privi del titolo di studio richiesto per l’accesso al profilo di DSGA;

Paolo Russo 230.038, volto a ricollocare nella graduatoria del concorso per dirigenti scolastici bandito nel 2017 i soggetti che ne sono stati depennati per aver rinunciato, a suo tempo, all’assunzione;

Bellachioma 230.048, che prevede l’assunzione – in subordine agli idonei del concorso a dirigente scolastico del 2017 – dei soggetti che hanno superato le prove dei corsi-concorsi per dirigente scolastico nelle province autonome di Trento e di Bolzano banditi nel 2017 e 2018 ma che non sono risultati ammessi al corso di formazione perché non collocati in posizione utile in graduatoria;

Bellachioma 230.051, che prevede l’istituzione di percorsi annuali di specializzazione finalizzati al rilascio dell’abilitazione all’insegnamento, riservati, senza l’espletamento di alcuna procedura selettiva, a determinate categorie di soggetti, nelle more dell’espletamento dei concorsi ordinari per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria;

Bellachioma 230.052, che dispone che, in sede di prima applicazione del decreto legislativo n. 59 del 2017, il corso di specializzazione per l’insegnamento su posti di sostegno nelle scuole di ogni ordine e grado è riservato, senza l’espletamento di alcuna procedura selettiva in ingresso, a determinate categorie di soggetti;

Bellachioma 230.053, limitatamente ai capoversi 1-terdecies, 1-quaterdecies e 1-quinquiesdecies, che stabiliscono la precedenza assoluta nel conferimento delle supplenze dalle graduatorie di istituto di II fascia a favore di determinati soggetti (capoverso 1-terdecies), nonché prevedono disposizioni in materia di esecuzione di decisioni giurisdizionali che comportano la decadenza dei contratti di lavoro di personale docente (capoversi 1-quaterdecies e 1-quinquiesdecies);

Bellachioma 230.054, che reca una nuova disciplina per l’accesso ai ruoli degli insegnanti di religione cattolica;

Bellachioma 230.055, che reca una nuova disciplina per la progressione di carriera degli assistenti amministrativi che abbiano svolto le funzioni di Direttore dei servizi generali e amministrativi nelle scuole (DSGA);

Aprea 230.057, che interviene in materia di sanzioni disciplinari per il personale direttivo e docente;

Aprea 230.059, che modifica la disciplina in materia di attribuzioni del collegio dei docenti e del consiglio di istituto;

Piccoli Nardelli 231.24, in quanto priva di contenuto normativo, giacché la disposizione che si intende introdurre è già contenuta nel decreto-legge n. 22 del 2020;

Fioramonti 231.013 (ex 2.41), volto a disciplinare un corso di formazione per dirigenti scolastici;

Mandelli 233.023, in quanto priva di contenuto normativo, giacché la disposizione che si intende introdurre è già contenuta nel decreto-legge n. 22 del 2020;

Schirò 233.026, che riconduce alla competenza del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale la selezione del personale da inviare nelle scuole all’estero;

Fratoianni 234.06, che prevede la sospensione, per l’anno scolastico 2020/2021, della durata dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento;

Spena 235.018, che reca disposizioni in materia di tirocinio didattico dei corsi di laurea di ambito educativo;

Toccafondi 235.024, che modifica le competenze del collegio dei docenti e del consiglio di istituto;

Toccafondi 235.025 che, per l’anno scolastico 2020/2021, prevede un esonero parziale dall’insegnamento per i docenti e gli insegnanti tecnico-pratici incaricati del coordinamento delle attività legate all’attuazione del Piano nazionale per la scuola digitale;

Torto 236.14, che detta misure per il superamento del precariato nelle istituzioni statali dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica;

Torto 236.15, che detta misure per il superamento del precariato nelle istituzioni statali dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, nonché per sancire l’equipollenza dei diplomi di specializzazione in musicoterapia, anche ai fini concorsuali;

Orfini 236.22, che proroga di un anno il termine per la stipula, da parte delle università, dei contratti integrativi di sede volti a superare il contenzioso avviato dagli ex lettori di lingua straniera;

Mandelli 236.25, che reca modifiche alla disciplina sul reclutamento del personale della ricerca sanitaria con contratto a tempo determinato, prevedendone l’inquadramento nel ruolo dirigenziale;

Orfini 236.06, che riguarda i soggiorni di breve durata per gli studenti delle filiazioni in Italia di università straniere;

Melicchio 237.5, volto a consentire l’esercizio della professione di farmacista senza il necessario superamento dell’esame di Stato;

Lupi 237.7, volto a modificare le modalità di accesso alle professioni di ingegnere e di perito industriale;
gli identici Toccafondi 238.12, Ciampi 238.25, Ceccanti 238.19 e Fusacchia 238.31, che intervengono sulla disciplina dei titoli di ammissione agli esami finali delle Scuole superiori ad ordinamento speciale e i titoli finali da esse rilasciati;

gli identici Pagani 238.01 e Giovanni Russo 238.07, che prevedono la riconfigurazione del Centro alti studi per la Difesa quale Scuola superiore ad ordinamento speciale della Difesa;

D’Ettore 238.05, che innalza l’età per il pensionamento dei professori universitari;

Gallo 238.014, che reca disposizioni in materia di accesso aperto ai dati della  ricerca finanziata almeno per il 50 per cento con fondi pubblici;

Boldi 238.016, che interviene sulla disciplina del reclutamento del personale della ricerca sanitaria con contratto a tempo determinato prevedendone l’inquadramento nel ruolo dirigenziale.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia