Dl Istruzione, precedenza supplenze sostegno a chi ha master. Dimissioni di Galan: “Un’alternativa c’era”. Un breve resoconto

WhatsApp
Telegram

red – Dalle graduatorie ad esaurimento per i Dirigenti, alla formazione dei docenti, dal bonus maturità, all’area unica per il sostegno, dai docenti inidonei, alle sigarette elettroniche … i principali emendamenti approvati dalla VII commissione.

red – Dalle graduatorie ad esaurimento per i Dirigenti, alla formazione dei docenti, dal bonus maturità, all’area unica per il sostegno, dai docenti inidonei, alle sigarette elettroniche … i principali emendamenti approvati dalla VII commissione.

Partiamo da Galan, il relatore del provvedimento, e dalle sue dimissioni.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la bocciatura del suo emendamento all’articolo 25, che riguardava materia non da poco, la copertura finanziaria dello stesso Decreto.

Lo scontro riguardava la tassazione delle accise degli alcolici. Infatti il presidente della VII commissione aveva accolto gli appelli dei vari "Assobirra", "Assodistil" che lanciavano un appello per il settore, pronosticando cali di vendite e conseguente crisi del settore a causa del provvedimento.

Galan aveva, dunque, presentato un emendamento che liberava il settore dall’aumento delle tasse per trasferire la ricerca fondi all’eliminazione delle agevolazioni sulla posta massiva. "L’alternativa c’era. – ha riferito Galan alle agenzie – Ed era quella di far pagare l’Iva alle Poste sulla corrispondenza massiva. Sarebbe stata una soluzione per sanare la questione delle prescrizioni europee e in linea con l’Antitrust".

Bocciato l’emendamento si è dimesso, senza causare, comunque, molti contraccolpi all’andamento dei lavori.

Questi ultimi, sebbene con tempistiche strette, procedono e dopo la VII commissione, la palla passa all’aula.

Non sono mancati colpi di scena e modifiche importanti al testo originale.

Tra gli ultimi approvati che mettiamo in evidenza, l’emendamento 15.91, attraverso il quale si crea una precedenza per le supplenze sul sostegno ai docenti privi di specializzazione ma in possesso di crediti, master, corsi inerenti la disabilità

Altro importante emendamento, presentato dal PD, riguarda i docenti inidonei che prevede, che dopo il 1° gennaio 2014 saranno dichiarati permanentemente inidonei alla propria funzione per motivi di salute ma idonei ad altri compiti, qualora ne abbiano i requisiti, di poter chiedere di essere dispensati dal servizio.

Emendamento che farà discutere e non poco è quello che trasforma le graduatorie del concorso dirigenti in graduatorie ad esaurimento. Insomma, il più chiachierato concorso di tutti i tempi, con ricorsi e procedure giudiziarie ancora in corso, dà un nuovo, spettacolare, colpo di coda.

Misura, transitoria, con fine di mettere una toppa ad un provvedimento forse troppo frettoloso, la reintroduzione del Bonus Maturità. Secondo l’emendamento, chi avendo partecipato ai test di ammissione quest’anno è rimasto fuori dalle graduatorie universitarie a causa dell’eliminazione del punteggio di valutazione del percorso scolastico potrà iscriversi ai corsi universitari dell’anno 2013-2014 e 2014-2015. Il termine per l’iscrizione nell’anno in corso è gennaio 2014 per avere il tempo di ridefinire le graduatorie tenendo conto dei bonus precedentemente non calcolati.

Tra le ultime novità emendative introdotte: non saranno più obbligatori i corsi di formazione e aggiornamento per il personale scolastico delle aree in cui i risultati dei test Invalsi sono meno soddisfacenti. A prevederlo un emendamento proposto sempre dall’ormai dimissionario Giancarlo Galan.

Altro chiacchierato emendamento, che promette anche strascichi nei tribunali, riguarda l‘introduzione dell’area unica sostegno per la secondaria II grado. Subito per Graduatorie di istituto II e II fascia, mentre per le Graduatorie provinciali nel 2017/20. Il testo dell’emendamento

Attenzione nel DL istruzione anche per la tutela della salute dei minori: guerra alle sigarette elettroniche ed educazione alimentare

Tirano un sospiro di sollievo i neoimmessi in ruolo che hanno subito l’angheria del blocco della mobilità interprovinciale per 5 anni, valido per gli assunti dal 1° settembre 2011. Provvedimento voluto come deterrente per i docenti meridionali che vanno al Nord per lavoro, ma mal celata dietro una presunta garanzia per la continuità didattica. Leggi i particolari

Altri interessanti emendamenti riguardano l’apprendistato e l’orientamento.

Per il resto puoi visitare la nostra pagina dedicata all’argomento

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur