DL Istruzione. Gli emendamenti M5S approvati: dall’inglese nella scuola dell’infanzia, all’ingresso gratuito nei musei anche per i precari, ai prodotti biologici nelle mense

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

MoVimento 5 Stelle Camera dei Deputati – Il contributo che abbiamo dato al Dl Istruzione attraverso i nostri emendamenti approvati consente a un provvedimento pesantemente insufficiente di avere quantomeno un indirizzo nel segno della qualità, dell’inclusione e del progresso tecnologico”. Lo dichiarano i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura, Scienza e Istruzione.

MoVimento 5 Stelle Camera dei Deputati – Il contributo che abbiamo dato al Dl Istruzione attraverso i nostri emendamenti approvati consente a un provvedimento pesantemente insufficiente di avere quantomeno un indirizzo nel segno della qualità, dell’inclusione e del progresso tecnologico”. Lo dichiarano i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura, Scienza e Istruzione.

“Ribadiamo il fatto che i circa 460 milioni di euro stanziati per questo provvedimento non consentiranno alcun rilancio dell’istruzione in questo Paese. Chi dice il contrario – affermano – , fa solo propaganda disinformativa. Il Dl istruzione è un tappabuchi e i problemi vengono solo rinviati, come al solito, al prossimo anno.

Purtroppo le nostre le richieste di interventi strutturali e di aumento delle risorse sono state rispedite al mittente perché questo Governo non intende investire seriamente nell’Istruzione.

Tra i circa 20 nostri emendamenti approvati – proseguono i deputati del M5S – desideriamo qui sottolinearne almeno qualcuno, come quello relativo all’integrazione dei libri scolastici stampati con i libri multimediali in formato digitale: la produzione condivisa di libri digitali su piattaforme aperte diventa parte del processo di insegnamento-apprendimento.

E’ stata inoltre rafforzata la misura del welfare per lo studente con la possibilità per le scuole di acquistare e dare in comodato d’uso agli studenti anche libri usati.

Al fine di promuovere la formazione culturale del personale docente della scuola si consentirà l’accesso gratuito ai musei e ai siti d’interesse archeologico, storico e culturale oltre che ai docenti di ruolo, anche ai docenti precari.

Tra le finalità della scuola dell’infanzia sarà promosso il plurilinguismo attraverso l’acquisizione dei primi elementi della lingua inglese.

Lo Stato concederà mutui anche agli enti locali per la costruzione e ristrutturazione di residenze universitarie. È stato sventato il rischio di una speculazione sui mutui per gli interventi di edilizia scolastica inserendo il criterio di economicità.

Nell’ambito del welfare dello studente si garantiscono i servizi di trasporto e assistenza specialistica agli studenti disabili qualora non siano soddisfatti dagli enti locali.

Nelle mense scolastiche si dovrà prevedere un’adeguata quota di prodotti biologici

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur