DL istruzione. Deciso rinvio, approdo in aula 28 ottobre. In commissione fermi nodo copertura e bonus maturità

WhatsApp
Telegram

SNR – Salta la seduta pomeridiana della commissione Cultura della Camera, dove è in corso l’esame degli emendamenti del dl Istruzione. La riunione, prevista per le 14, è stata sconvocata in attesa di ottenere dal Governo e dalle commissioni competenti indicazioni per sciogliere i nodi cruciali del provvedimento: in primis l’abolizione del bonus maturità per l’accesso ai corsi di laurea e la copertura finanziaria per le spese che il testo rinviene nell’aumento della tassazione sugli alcolici.

SNR – Salta la seduta pomeridiana della commissione Cultura della Camera, dove è in corso l’esame degli emendamenti del dl Istruzione. La riunione, prevista per le 14, è stata sconvocata in attesa di ottenere dal Governo e dalle commissioni competenti indicazioni per sciogliere i nodi cruciali del provvedimento: in primis l’abolizione del bonus maturità per l’accesso ai corsi di laurea e la copertura finanziaria per le spese che il testo rinviene nell’aumento della tassazione sugli alcolici.

Nel frattempo la conferenza dei capigruppo di Montecitorio ha deciso di far slittare l’approdo in Aula del provvedimento al 28 ottobre; l’inizio della discussione generale, infatti, era previsto per oggi. La richiesta è stata avanzata dalla commissione Cultura che ha bisogno di più tempo per esaminare il provvedimento.

IL NODO COPERTURA

Se la copertura finanziaria del dl Istruzione verrà individuata nell’aumento della tassazione sugli alcolici, il presidente della commissione Cultura della Camera Giancarlo Galan si dimetterà da relatore del provvedimento. Ad annunciarlo lo stesso Galan nel corso della riunione di ieri della commissione. Il problema risiederebbe nel parere negativo dichiarato in via preventiva dal Governo sugli emendamenti proposti dal relatore all’articolo 25 del testo che individua, appunto, la copertura nell’aumento della tassazione su birra e altre bevande alcoliche.

Tra le coperture alternative proposte, quella del Pd (a firma Nazzareno Nicodemo) che mette in forte allarme le multinazionali delle bevande analcoliche (come la Coca Cola) perché, se approvato, costringerebbe i produttori di bibite dolci a pagare 10 euro di tassa su ogni 100 litri di prodotto immessi sul mercato. L’introduzione di un contributo straordinario sulle bevande analcoliche e sulle cosiddette "bibite di fantasia" andrebbe ad alleggerire i previsti aumenti delle accise sulla birra.

REBUS BONUS MATURITA’

Oltre un’ora di stallo sull’abolizione del Bonus maturità previsto dall’articolo 20 del decreto. Con l’introduzione del decreto nei test d’ingresso alle facoltà a numero chiuso non si terrà dunque conto del voto conseguito all’esame di Stato.

Nella riunione convocata ieri sera, il presidente Galan ha riportato ai deputati il parere negativo anticipato dal Governo in via informale sulle proposte di modifica all’articolo 20. Molti emendamenti, in particolare quelli del Pdl, chiedono si ‘semi-abolire’ il bonus: viene proposto di prevede la possibilità di immatricolare comunque in sovrannumero gli studenti che sono risultati fuori dalle graduatorie in quanto non hanno più potuto ‘giocarsi’ la carta del punteggio aggiuntivo.

Galan – visto il parere negativo del Governo – ha chiesto di interrompere la seduta per trovare una quadra sulle possibili modifiche da introdurre: "È una scelta (quella dell’Esecutivo; Ndr) – ha detto Galan – che ricade su emendamenti politicamente significativi ed è volta a impedire la prosecuzione dell’esame del provvedimento".

Presente alla riunione anche il sottosegretario all’Istruzione Gian Luca Galletti che ha fatto presente come "una soluzione tecnica che garantisca i partecipanti al concorso che non hanno potuto usufruire del bonus è ancora in fase d’esame". "Per acquisire elementi necessari dal Miur e svolgere gli approfondimenti necessari con il Governo" la seduta è dunque stata sospesa.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur