Dl Aiuti Quater, 150 milioni per il pagamento delle supplenze brevi, 100 milioni per aumento stipendio. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Le novità per la scuola

WhatsApp
Telegram

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Decreto Aiuti Quater, approvato dalla Camera dei Deputati in via definitiva lo scorso 12 gennaio. Ecco cosa cambia per la scuola.

 

150 milioni per le supplenze brevi

Il provvedimento dà il via libera alla spesa di 150 milioni di euro per il 2022 al fine di consentire il tempestivo pagamento dei contratti di supplenza breve del personale scolastico. La copertura di tale spesa è data dai risparmi 2022 sul cosiddetto organico covid (articolo 231-bis, comma 1, lettera b), del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34).

100 milioni per il rinnovo del contratto

Come stabilito dall’Accordo politico sottoscritto il 10 novembre 2022 tra il Ministero dell’Istruzione e le organizzazioni sindacali del comparto istruzione e ricerca, l’articolo 14 comma 3 stanzia ulteriori 100 milioni di euro per il solo anno 2022 ad integrazione delle risorse contrattuali per il triennio 2019-2021.

In base a tale accordo le risorse saranno destinate alla componente fissa della retribuzione accessoria del personale docente e ATA. In particolare 85,8 milioni di euro sono per il personale docente e 14,2 milioni di euro per il personale ATA.

IL TESTO IN GAZZETTA UFFICIALE

Leggi anche

In arrivo 400 milioni per aumento stipendi docenti e Ata. Dal 17 gennaio tavoli tecnici su parte normativa contratto scuola. Le ultime notizie

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur