DL Agosto: emendamento FI per superare concorso DSGA

“Occorre assolutamente azzerare l’assurda vicenda che investe il futuro dei candidati al concorso, per titoli ed esami, di direttore dei servizi generali ed amministrativi (DSGA), i quali, pur avendo superato le prove concorsuali, non saranno mai inseriti nelle graduatorie di merito”.

Lo afferma la deputata Marzia Ferraioli, all’esito di un incontro elettorale con l’ Avv. Giovanni Alfano (candidato di Forza Italia alla Regione Campania) da tempo, impegnato su questo fronte, al fine di non più consentire che vincitori di un importante concorso debbano prendere atto delle ripetute e consuete carenze di organico che sistematicamente connotano il concorso in oggetto.

“Se il Governo non modifica la attuale normativa – prosegue la deputata di F. I – il Ministero dell’Istruzione non riuscirà mai a coprire il fabbisogno di personale e si dovrà inevitabilmente ricorrere all’apporto dei dipendenti del Miur ( i c.d facenti funzione), in larga parte, non in possesso del titolo di studio prescritto per l’accesso al ruolo e, in ogni caso, destinati a funzioni diverse dalle proprie. Il concorso sarà ancora una volta infruttifero in ragione dei vincoli prefissati al numero degli idonei, benché necessari alle esigenze di organico.

E si continuerà a non avvalersi di candidati laureati e formati per il ruolo e ad ignorare il valore e il significato di una graduatoria di merito, in pieno contrasto con la efficacia, la efficienza e la economicità che danno conto e forza al prioritario principio del buon andamento della P.A.” conclude.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia