Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Diventare navigator, lauree ammesse e titoli esclusi: nuove possibilità all’orizzonte

Quali lauree danno diritto a partecipare al concorso per diventare navigator? In attesa del bando ufficiale, rispondere a questa domanda apre una serie di polemiche.

La “questione navigator” riguarda in primo luogo i requisiti. Aldilà delle tempistiche per l’assunzione dei tutor nei centri per l’impiego infatti, i nodi cruciali da sciogliere attengono ancora anche alla fase selettiva di questa nuova figura professionale: quali lauree sono ammesse per diventare navigator?

Rispondere a questa domanda apre anche una serie di polemiche. Abbiamo raccolto due sfoghi dei lettori su questo argomento ai quali cercheremo d fornire una risposta che, speriamo, possa essere utile per tutti coloro che vogliono diventare navigator e, aspettando il bando di Anpal per il concorso, si chiedono se gli sarà data o meno la possibilità di partecipare alla selezione.
Sono laureata in filosofia e purtroppo devo ammettere che mi sono pentita di aver intrapreso questo percorso di studi. Non perché non lo abbia trovato interessante, anzi. Credo che mi abbia aperto la mente e cambiato il modo di pensare. Eppure lavorativamente parlando questo non sembra avere alcuna importanza. Molte aziende non considerano nemmeno la laurea in filosofia nel curriculum e a questo mi sono rassegnata ma ora leggere che sarà esclusa anche dai titoli per diventare navigator mi lascia veramente perplessa, soprattutto considerando quelle che invece sono le laure richieste. Prime fra tutte “Economia”: quali competenze economiche dovrebbe avere il navigator? Capisco di più giurisprudenza, volendo ricondurla ad una conoscenza dei contratti di lavoro quantomeno oppure psicologia visto che è molto richiesta anche per lavorare nelle risorse umane (forse per tracciare meglio il profilo del candidato). Ancora più basita resto di fronte al riconoscimento di lauree come scienze politiche, sociologia e scienze della formazione. Allora perché filosofia e lettere sono tagliate fuori? Se non vi sembra assurdo vi faccio alcuni esempio che evidenziano il paradosso: aspiranti insegnanti di scuola primaria potranno candidarsi, fisici nucleari no, gli psicologi che magari finora si sono occupati solo di sviluppo dell’età infantile si, il laureato in comunicazione digitale no, però chi vuole intraprendere la carriera diplomatica sì ”.

Salve sono una professoressa oggi in pensione. Scrivo per sapere se veramente Scienze della Comunicazione non rientra tra le lauree per diventare navigator. Ho un figlio laureato a pieni voto in questo percorso di studi e mi sembra veramente anacronistico non dare valore ad un simile titolo in un settore in cui invece tali competenze appaiono più che idonee. Ancor più considerato che, leggendo bene le funzioni e i compiti del navigator, emerge l’esigenza di una formazione a prescindere dal titolo di studio con il quale si è entrati, trattandosi di una figura professionale nuova”.

Chiariamo che in merito ai requisiti per diventare navigator (e quindi alle lauree ammesse e quelle escluse) non ci sono indicazioni certe. Prima di esporci dunque occorre attendere la call ufficiale sul sito Anpal. Ad oggi le voci più accreditate prevedono tra i titoli ammessi: laurea magistrale in Economia, Giurisprudenza, Sociologia, Psicologia, Statistica, Scienze politiche o Scienze della Formazione.

Per quanto riguarda nello specifico il corso di laurea in Filosofia la questione è aperta perché si sta discutendo la possibile ammissione. Sulla base delle informazioni in nostro possesso oggi quindi dobbiamo purtroppo rispondere in maniera negativa ad entrambe le richieste di consulenza: laurea in filosofia e in scienze della comunicazione non rientrano tra quelle che danno diritto a partecipare al concorso per diventare navigator. Rimandiamo comunque alla pubblicazione del bando dopo l’accordo con le Regioni per la distribuzione territoriale degli aspiranti tutor.

Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia