Nuovi percorsi abilitanti, ci sarà un tavolo tecnico. Parteciperanno anche i rappresentanti dei docenti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nel Decreto Scuola approvato in Senato e adesso passato in Aula alla Camera dove sarà discusso dal 3 giugno, c’è una novità in merito alle abilitazioni per l’insegnamento. 

E’ stato stabilita l’istituzione di un tavolo per i percorsi abilitanti nella scuola secondaria di I e II grado.

L’obiettivo è quello di avviare con periodicità percorsi abilitanti, in modo da garantire anche in futuro ai neo-laureati un percorso di accesso all’insegnamento caratterizzato da una formazione adeguata.

Chi parteciperà al tavolo

Il Tavolo è presieduto dal Ministro dell’istruzione o da un suo delegato ed è composto da rappresentanti della Conferenza universitaria nazionale dei dipartimenti e delle facoltà di scienze della formazione (Cunsf) e delle associazioni professionali dei docenti e dei dirigenti scolastici, nominati dal Ministro dell’istruzione.

Al Tavolo partecipano anche i rappresentanti delle associazioni di categoria maggiormente rappresentative.

Quando sarà istituito

Entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, con decreto del  Ministro dell’istruzione  sono determinate le modalità di funzionamento, incluse le modalità di espressione dei pareri, nonché la durata del Tavolo.

Ai componenti del Tavolo non spettano compensi, indennità, rimborsi di spese o gettoni di presenza.

N.B. Naturalmente si sta parlando di corsi abilitanti da attivare in futuro, nell’immediato rimane attiva la procedura di abilitazione per la quale è già possibile presentare domanda sul sito del Ministero, il concorso straordinario per il ruolo, il concorso ordinario.

Versione stampabile