Divari territoriali? “Si manifestano quando il singolo o la comunità non possiedono un adeguato bagaglio di competenze, abilità e conoscenze”. Così Di Stasio (Indire) [VIDEO INTERVISTA]

WhatsApp
Telegram

Didacta Italia è una fiera che si concentra sulla didattica e l’educazione in Italia. La fiera offre anche una vasta gamma di workshop, seminari e presentazioni che coprono una vasta gamma di argomenti legati all’educazione, nonché la possibilità di visitare stands espositivi dove è possibile vedere e provare le ultime tecnologie e prodotti educativi. 

A Orizzonte Scuola interviene Margherita Di Stasio, ricercatrice dell’Indire per parlare di divario territoriale: “Durante uno degli eventi è stato discusso un progetto di formazione sulle competenze di base, finanziato con i fondi strutturali europei e finalizzato a contrastare i divari territoriali nell’istruzione. Il tema dei divari territoriali è strettamente legato a quello delle competenze di base, poiché questi divari si manifestano quando il singolo o la comunità non possiedono un adeguato bagaglio di competenze, abilità e conoscenze che permettano un continuo sviluppo e apprendimento lungo l’intero arco della vita”.

E ancora: “Il progetto mira a ridurre questi divari territoriali formando i docenti che operano nelle discipline relative alle competenze di base, come la lingua madre o di studio, la lingua veicolare (italiano ed inglese) e le competenze numeriche. Questo sarà realizzato attraverso la formazione dei docenti e la proposta di strategie e contenuti per sviluppare queste competenze, che sono fondamentali per continuare ad apprendere lungo l’arco della vita. Il progetto si rivolge alle cinque regioni e alle scuole di ogni ordine e grado, dalla scuola primaria alla scuola secondaria di primo e secondo grado”.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia: un nuovo corso intensivo a cura della Dott.ssa Evelina Chiocca: “Il documento del 15 maggio, l’esame di Stato e le prove equipollenti”