Disturbi specifici di apprendimento, scuola inadeguata

di
ipsef

red – La denuncia è giunta durante il convegno "Piani educativi personalizzati" che si è svolto oggi a Roma e che ha visto confrontarsi gli esperti di disturbi specifici di apprendimento (Dsa) della Asl RmA.

red – La denuncia è giunta durante il convegno "Piani educativi personalizzati" che si è svolto oggi a Roma e che ha visto confrontarsi gli esperti di disturbi specifici di apprendimento (Dsa) della Asl RmA.

La sentenza è senza appello: la scuola è inadeguata nei confronti dei ragazzi con problemi di apprendimento.

Per Roberto Iozzino, responsabile dell’ unita nella Asl che si occupa della materia, "Il principale aiuto che possiamo dare ai bambini con difficoltá è aiutarli a costruirsi un buon metodo di studio" e "questo compito non spetta ai genitori e neanche alla sanitá ma alla scuola".

Giacomo Stella dell’Universitá di Modena e Reggio Emilia evidenzia la necessità da parte della scuola di "riconoscere gli ‘stili di apprendimento’ di ciascun bambino e utilizzare le strategie giuste per valorizzarli. Questo stile può essere verbale o visivo, globale o analitico, sistematico o intuitivo, si tratta solo di scegliere quello giusto per ciascun bambino e ragazzo".

E suggli strumenti, tutti concordano che pc, calcolatrici e strumenti compensativi vari non hanno alcuna incisività se non ci sono indicazioni precise su come usarli

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione