Disturbi del linguaggio più comuni nei bambini stranieri

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I bambini di origine straniera hanno più probabilità di avere disturbi del linguaggio rispetto ai bambini italiani.

E’ quanto è emerso nell’ambito del XII Congresso della federazione logopedisti italiani (Fli) tenutosi a Palermo.

Disabili stranieri sono il doppio degli italiani

Nel 2016/2017 il ministero ha registrato una percentuale di disabili stranieri pari al 9,4% dei ragazzi che frequentano la scuola primaria e secondaria, più del doppio degli studenti italiani, che non supera il 4%.

I disturbi più comuni

I più comuni riscontrati sono i disturbi dell’eloquio, come ad esempio, le balbuzie, disturbi della lettura e scrittura, ipoacusie, ritardi cognitivi.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione