Dispersione scolastica, Valditara annuncia Agenda Nord sul modello di Agenda Sud: “Il sistema unitario non sarà frantumato”

WhatsApp
Telegram

La dispersione scolastica non è un problema esclusivo del Sud Italia. Lo ha affermato con forza il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, durante il suo intervento alla 22esima edizione della rassegna Futuro Direzione Nord a Milano.

“C’è tanta dispersione scolastica anche nelle periferie delle città del Nord”, ha dichiarato il ministro, aggiungendo che “alcune scuole di Milano stanno messe peggio di alcune scuole della Campania“.

Per affrontare questa emergenza, Valditara ha annunciato l’intenzione di replicare il modello di “Agenda Sud” anche per le scuole delle periferie del Nord Italia. Questo nuovo programma, che prenderà il nome di “Agenda Nord”, verrà presentato nel dettaglio nelle prossime settimane

“Agenda Sud” è un programma lanciato dal Ministero dell’Istruzione per contrastare la dispersione scolastica e migliorare il livello di istruzione nelle regioni del Mezzogiorno. L’iniziativa prevede una serie di interventi mirati, tra cui:

  • Rafforzamento dell’offerta formativa: con l’introduzione di nuovi indirizzi di studio e percorsi professionalizzanti, per rispondere alle esigenze del territorio e del mercato del lavoro.
  • Potenziamento delle infrastrutture scolastiche: con la costruzione di nuove scuole e la riqualificazione di quelle esistenti, per garantire ambienti di apprendimento moderni e sicuri.
  • Sostegno agli studenti: con borse di studio, servizi di tutoraggio e orientamento, per aiutare i ragazzi a raggiungere il successo scolastico.

L’estensione di questo modello alle periferie del Nord dimostra la volontà del ministro Valditara di affrontare il problema della dispersione scolastica in modo capillare, intervenendo nelle aree più critiche del Paese, indipendentemente dalla loro collocazione geografica.

“Nessuna frantumazione del sistema unitario”

Il Ministro ha inoltre precisato che non ci sarà “nessuna frantumazione del sistema unitario dell’istruzione“, evidenziando il lancio del Piano Agenda Sud, che “mira a ricomporre la frattura che esiste oggi tra le due Italie, e proprio noi stiamo investendo risorse veramente imponenti nel mezzogiorno d’Italia”. Secondo Valditara “é una preoccupazione strumentale” quella sull’autonomia al centro dello sciopero indetto per il 9 maggio.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri