Dispersione scolastica. Tempo pieno in Sicilia solo nell’8% delle scuole primarie

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nel corso di un convegno “Istruzione e Mezzogiorno, la giusta direzione per lo sviluppo del Paese” organizzato a Palermo dalla Cgil, sono stati resi noti dati sulla dispersione scolastica in Italia.

Il dato che spicca è quello siciliano: in Sicilia il 24,8% dei bambini non va a scuola (+10,9% rispetto alla media del Sud Italia), il tempo pieno è attivo solo nell’8% delle scuole elementari contro il 48% delle regioni del Nord come la Lombardia, a Milano è pari al 91%, e l’80% dei bimbi non usufruisce della mensa scolastica. Le regioni in cui non funziona il servizio mensa presentano anche le percentuali più alte di dispersione.

Secondo lo studio, il 13,9% dei bambini del Sud non va a scuola e la punta massima è proprio in Sicilia con il 24,8%, con picchi, secondo i dati di Save the children nelle province di Caltanissetta (41,7%), Palermo (40,1%), Catania (38,6%), Ragusa (37,1%).

Per quanto riguarda la scuola dell’infanzia la non statale supplisce alla cronica carenza della scuola di Stato in un contesto, che ha registrato in 10 anni 77.365 studenti in meno. Quest’anno sono stati 12.428 i bambini iscritti in meno rispetto all’anno passato.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione