Dispersione scolastica Puglia, Pisicchio: avviare al più presto programma “Diritti a scuola”

Stampa

“Il terremoto generato dalla riforma ‘La Buona Scuola’ non deve lasciare indietro la Puglia e i pugliesi. Nella nostra regione corriamo il rischio di innalzare quel pericoloso parametro che vede i livelli di dispersione ed abbandono scolastico pari a circa il 19 per cento.

Un dato allarmante che, se visto ad ampio raggio, può portare ripercussioni negative per la popolazione pugliese. Pertanto è necessario ripartire subito dal programma “Diritti a scuola”, per dare certezze formative ai docenti ma soprattutto ai nostri ragazzi”.

È l’appello del presidente della VI Commissione Scuola e consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Alfonso Pisicchio, per l’avvio dei Das, i progetti regionali giunti all’ottava edizione e che, grazie ai fondi comunitari, hanno dato ossigeno alle scuole pugliesi con progetti mirati di recupero, potenziamento e integrazione.

“Ora più che mai – sottolinea Pisicchio – è fondamentale attivare queste strategie di “vera buona scuola” per dare speranza di un lavoro continuativo e programmato a quei docenti inseriti nelle Gae, le graduatorie ad esaurimento che volutamente non hanno aderito al piano assunzionale straordinario della Riforma scegliendo di permanere nelle graduatorie provinciali e per tutti i precari pugliesi.

Attivare i progetti – aggiunge – vuol dire impiegare queste risorse professionali per un intero anno scolastico, al fine di un potenziamento sul territorio della didattica e garantire un lavoro stabile per un intero anno scolastico, riconoscendone compenso e punteggio quest’ultimo utile per gli aggiornamenti delle graduatorie”.

“Ma ora occorre che la Regione Puglia si attivi per la firma del protocollo d’intesa con il Miur, passo propedeutico all’avvio della nuova e VIII edizione dei Das. Per questo – annuncia Pisicchio – ho già scritto all’assessore al Diritto allo Studio, Sebastiano Leo, anche al fine di risolvere contestualmente la questione legata ai punteggi, maturati nella scorsa edizione ma ancora non riconosciuti ai docenti e al personale Ata impiegato”.
Bari, 22 settembre 2016

Ufficio Stampa Gruppo Consiliare La Puglia con Emiliano

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur