Dispersione scolastica, l’assessore all’Istruzione in Sicilia: “La vera scommessa sarà non soltanto aprire le scuole nel pomeriggio, ma far sì che gli studenti ce lo chiedano”

WhatsApp
Telegram

“L’obiettivo è far sì che gli studenti chiedano di andare a scuola nel pomeriggio.” Queste le parole dell’Assessore regionale all’istruzione e formazione Mimmo Turano, durante la presentazione della seconda edizione di “Didacta Sicilia” a Palazzo d’Orléans. Ma come intende raggiungere questo obiettivo?

Secondo Turano, la chiave sta nell’offrire un programma pomeridiano che vada oltre la didattica tradizionale. “Non si tratta solo di lezioni, ma di un’offerta formativa che deve essere sociale, educativa, sportiva, e culturale,” spiega l’assessore.

Turano sottolinea l’importanza della collaborazione tra diverse parti interessate. “Dobbiamo raccogliere i suggerimenti dei presidi e coinvolgere il territorio,” afferma. Questo richiede un impegno collettivo e l’utilizzo delle numerose risorse a disposizione per costruire una “scuola più performante e un tantino diversa”.

Tenere aperte le scuole nel pomeriggio rappresenta una “grande scommessa” secondo Turano, ma è una sfida che la regione è pronta ad affrontare. Con l’ascolto attivo delle comunità scolastiche e l’impiego delle risorse disponibili, l’obiettivo è creare un ambiente scolastico che sia accogliente e stimolante.

WhatsApp
Telegram

Concorso Insegnanti di Religione Cattolica. Scegli il corso specifico di Eurosofia con esempi di unità didattiche. Guarda la demo