Dispersione scolastica in Puglia, dati positivi nella secondaria di I grado, negativi nel II grado

Comunicato Uil Puglia – Sono in chiaroscuro i dati sulla dispersione scolastica in Puglia negli anni scolastici 2016/2017 e 2017/2018.

Discretamente positivi quelli relativi alla scuola di primo grado, peggiore il quadro per le scuole di secondo grado.

“Non ci lasciamo andare a un facile ottimismo, ma continuiamo a sostenere – afferma Gianni Verga, segretario generale della Uil Scuola Puglia – che non va allentata l’attenzione su un fenomeno che deve essere affrontato con decisione, mettendo in campo investimenti, risorse e una progettualità condivisa, che metta gli istituti della regione nelle migliori condizioni possibili per offrire un servizio di qualità e che vada incontro alle esigenze delle famiglie e degli studenti”.

Numeri alla mano, il tasso di abbandono scolastico nelle scuole pugliesi di primo grado si colloca al terz’ultimo posto, alla pari di Lombardia e Toscana, con una percentuale dello 0,6% (al di sotto della media nazionale dello 0,7), a differenza dalle altre regioni del Sud, con la Sicilia (1,2%) che evidenzia un tasso pari al doppio della Puglia. Nel passaggio tra il primo e il secondo ciclo, la Puglia è al penultimo posto, con un tasso dello 0.9%, al di sotto anche di molte regioni del Nord, tra cui spicca l’Emilia Romagna con l’1,2 e delle altre regioni del Mezzogiorno, nonché della media nazionale del 1,5.

Molto male invece il tasso di abbandono nella scuola secondaria di secondo grado pari al 3,9%, al di sopra della media nazionale del 3,8, anche se comunque al di sotto della percentuale di Campania, Calabria e Sicilia.

“Probabilmente – prosegue Verga – il supporto dato dai progetti “Diritti a Scuola” è stato determinante, da qui le nostre preoccupazioni rispetto a un progetto che va ripensato e ammorbidito nella gestione burocratica. Lo abbiamo ribadito all’assessore regionale Sebastiano Leo nel corso dell’ultimo incontro svoltosi sul tema. L’obiettivo deve essere quello di abbassare ulteriormente la percentuale di abbandono, in particolare negli istituti di secondo grado del territorio. Lo sviluppo della Puglia passa inevitabilmente da un sistema scolastico di qualità”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia