Dispersione scolastica in calo: 0,56% alla secondaria di primo grado, 3,33% alle superiori. I dati del Ministero

Stampa

Il focus pubblicato dal ministero dell’Istruzione riporta i dati relativi alla dispersione scolastica per l’anno scolastico 2017/2018 e il passaggio all’anno scolastico 2018/2019 e per l’anno scolastico 2018/2019 e il passaggio all’anno scolastico 2019/2020. L’osservazione dei dati sulla dispersione scolastica in serie storica mostra una dinamica di decrescita nel corso degli ultimi anni

Entrano nel computo della dispersione le seguenti categorie:

1. alunni che frequentano la scuola secondaria di I grado e che interrompono la frequenza senza valida motivazione prima del termine dell’anno scolastico, in ciascun anno di corso (abbandono in corso d’anno – scuola secondaria di I grado);

2. alunni che hanno frequentato l’intero anno scolastico, il I o il II anno di corso della scuola secondaria di I grado, e che non passano nell’anno successivo né al II o al III anno in regola, né al I o al II anno come ripetenti, né alla scuola secondaria di II grado a seguito di avanzamento per merito (abbandono tra un anno e il successivo – scuola secondaria di I grado);

3. alunni che hanno frequentato interamente il III anno di corso della scuola secondaria di I grado, hanno sostenuto l’esame finale di I ciclo, non passano nell’anno scolastico successivo alla scuola secondaria di II grado, in regola, né frequentano nuovamente la scuola secondaria di I grado, come ripetenti, né si iscrivono a percorsi IeFP, né a percorsi di primo livello presso CPIA o a percorsi di istruzione di secondo livello presso le istituzioni scolastiche di II grado (abbandono nel passaggio tra cicli);

4. alunni che frequentano la scuola secondaria di II grado e che interrompono la frequenza senza valida motivazione prima del termine dell’anno scolastico, in ciascun anno di corso (abbandono in corso d’anno – scuola secondaria di II grado);

5. alunni che hanno frequentato l’intero anno scolastico, il I, II, III o IV anno di corso della scuola secondaria di II grado, che non passano nell’anno successivo né al II, III, IV o V anno in regola, né al I, II, III o IV anno come ripetenti, né si iscrivono a percorsi IeFP, a percorsi di primo livello presso CPIA o a percorsi di istruzione di secondo livello presso le istituzioni scolastiche di II grado (abbandono tra un anno e il successivo – scuola secondaria di II grado).

La dispersione scolastica aa.ss.2018-2019 e aa.ss.2019-2020

Il tasso di abbandono complessivo:

  • per la scuola secondaria di I grado si è sostanzialmente dimezzato, passando dall’1,08%, calcolato per l’a.s.2013/2014 e passaggio all’a.s.2014/2015, allo 0,56% dell’a.s.2018/2019 e passaggio all’a.s.2019/2020;
  • per il passaggio tra cicli scolastici è calato dall’1,18% dell’’a.s.2013/2014 e passaggio all’a.s.2014/2015 allo 0,37% dell’a.s.2018/2019 e passaggio all’a.s.2019/2020;
  •  e per la scuola secondaria di II grado dal 4,40% dell’a.s.2013/2014 e passaggio all’a.s.2014/2015 al 3,33% dell’a.s.2018/2019 e passaggio all’a.s.2019/2020.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur