Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

La dispersione in Italia riguarda anche i bambini plusdotati. In Veneto nasce il programma “Et”

Di
WhatsApp
Telegram

red – Il loro Q.I. è tra 125 e 160, ma abbandonano la scuola come i coetanei in difficoltà. Perché? Se ne è occupato l’Espresso che ha analizzato la casistica. In Italia inizia muoversi qualcosa.

red – Il loro Q.I. è tra 125 e 160, ma abbandonano la scuola come i coetanei in difficoltà. Perché? Se ne è occupato l’Espresso che ha analizzato la casistica. In Italia inizia muoversi qualcosa.

A differenza che in altri paesi come Israele, Stati Uniti e Germania, in Italia non esistono percorsi particolari per questi alunni. Anzi, a volte non vengono compresi, vengono considerati iperattivi, svogliati (ma perché si annoiano) e addirittura diagnosticata l’ADHD.

Sul quotidiano "Il Corriere della Sera" Maria Zanetti, responsabile dello staff scientifico di Labtalento, afferma che per aiutare i bambini plusdotati, gli insegnanti dovrebbero "promuovere la varietà, autorizzare il bambino a scegliere i suoi argomenti preferiti, lanciargli sfide inteleltuali, problemi o enigmi difficili da risolvere, proporgli attività differenziate, o di creare esercitazioni per i suoi compagni, aiutare chi ha difficoltà, senza perq uesto farlo diventare un assistente o un piccolo docente."

In europa, il programma quadro Horizon 2020 pone quali obiettivi per la didattica quelli di garantire l’inclusione e la prevenzione di situazioni di disagio, in ogni sua forma.

In Italia la scuola non è attrezzata per questi bambini, ma operano numerose associazioni, come il "Mensa", che in italia conta 1.200 soci, e che organizza attività ad ho, laboratori per aiutare e valorizzare il talento di questi piccoli genietti.

In Veneto è nato il progetto Education Talent per i bambini con un "buon potenziale cognitivo". Si tratta di una iniziativa sperimentale per affrontare il fenomeno degli allievi ad alto potenziale cognitivo nella scuole elementari (primaria) e medie (secondaria di primo grado), e ha come obiettivo generale quello di costruire, a livello regionale, una rete di scuole pilota sul tema dei bambini gifted ed i loro problemi di adattamento nelle strutture didattico-educative.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur