Dispersione, Gallo (M5S): stop classi pollaio e aumento personale. Segnale in legge di bilancio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il presidente della Commissione Cultura della Camera, Onerovole Luigi Gallo (M5S), è tornato nuovamente su “due cavalli di battaglia” del movimento 5 stelle: riduzione numero alunni per classe e incremento del personale.

L’Onorevole scrive su FB:

Dobbiamo consegnare alla scuola fiducia e le risorse necessarie per dare il meglio ai bambini e ai ragazzi perché da loro dipende il nostro futuro.

Bisogna smettere di parlare di categorie che si fanno la guerra tra loro e fare misure che guardano al bene collettivo. Il bene collettivo prescinde dal proprio caso personale e il bene collettivo si ottiene se impariamo a parlare all’altro.

Per questo il m5s ha scelto 2 misure che servono ai bambini che abbandonano la scuola, servono ai bambini e ai ragazzi che non ricevono attenzione in classi troppo numerose, serve a trattenere chi può finire nelle mani della criminalità o sul divano a vita (neet) e aiuta ad aumentare il personale che può dare insieme ai colleghi già operativi una svolta di qualità.

In legge di bilancio dobbiamo dare un segnale alla scuola e questo è il segnale più importante per partire dalla cultura e dall’istruzione per sollevare il Paese.

Riduzione numero alunni per classi e aumento del personale, dunque, potrebbero entrare nella legge di Bilancio.

Versione stampabile
anief
soloformazione