Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Disoccupazione durante la maternità, va chiesta la Naspi?

Stampa

E’ il caso di presentare domanda di Naspi se si sta fruendo della maternità?

In alcuni casi le situazioni lavorative esulano dallo stato tradizionale e può capitare che una lavoratrice si veda scadere il contratto di lavoro a tempo determinato mentre fruisce della maternità obbligatoria. Cosa fare? Va richiesta l’indennità di disoccupazione da chi sta fruendo l’indennità di maternità?

Rispondiamo ad una nostra lettrice che ci scrive per chiedere:

Salve, Da anni lavoro nella scuola con contratto a tempo determinato (fino al 30 giugno) e chiedo la disoccupazione nei mesi estivi in attesa di nuovo contratto. 
Quest’anno dal mese di aprile (per delle complicazioni) ho chiesto la maternità anticipata. Devo comunque fare la domanda per percepire la disoccupazione nei mesi estivi? O come mi è stato detto al patronato non è necessario perché la maternità è già retribuita dall’ Inps che continuerà i pagamenti anche nei mesi estivi?
Spero di essere riuscita a spiegarmi. 
Grazie mille

Maternità e Naspi

Anche se la scadenza del contratto a tempo determinato è intervenuta durante la fruizione dell’indennità di maternità, ha diritto alla Naspi. E fossi in lei la chiederei in ogni caso, e le vado a spiegare il perché.

Fermo restando che se al momento percepisce l’indennità di maternità e continuerà a fruirla fino a quando il suo bambino compirà 3 mesi, ha diritto anche alla Naspi che, però, non si sovrappone all’indennità di maternità ma slitta al suo termine. Non ne fruirebbe nei mesi estivi, quindi, ma solo al termine del congedo obbligatorio che solitamente copre i due mesi prima del parto e i 3 mesi successivi alla nascita.

Se le spettano, ad esempio, 2 mesi di Naspi, richiedendo l’indennità di disoccupazione avrebbe diritto ai 2 mesi di Naspi al termine del congedo obbligatorio di maternità: in questo modo avrebbe lo stesso coperti i mesi estivi in cui non lavora ma avrebbe diritto a percepire l’indennità anche se il congedo obbligatorio dovesse terminare, ad esempio a dicembre.

La domanda di indennità di disoccupazione può essere presentata anche subito visto che i pagamenti rimarrebbero in sospeso fino al termine del congedo obbligatorio di maternità, ma può presentarla anche entro i 68 giorni dal termine del congedo stesso (in questo caso, infatti, il termine di presentazione viene allungato dal congedo di maternità per tutta la sua durata). Presentando domanda subito, però, non avrebbe interruzione di pagamenti tra la fine del congedo e l’inizio della Naspi.

Se, poi, terminato il congedo di maternità avesse già un lavoro che l’attende potrebbe sospendere la Naspi subito e riprendere a lavorare tranquillamente. Se, poi, è sicura che dal 1 settembre avrà un nuovo contratto con la scuola, a questo punto può anche non presentare domanda di disoccupazione o attendere, comunque, settembre prima di presentare la domanda.

 

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur