Disoccupazione e Assegni Familiari: chi può presentare domanda

di redazione
ipsef

item-thumbnail

CEDAN – Se un lavoratore si trova a perdere il lavoro ha diritto a richiedere dei sussidi, quali Disoccupazione NASpI e Assegni Familiari Anf; vi possono essere però delle incertezze sulla richiesta delle suddette agevolazioni.

Intanto chiariamo che l’indennità di NASpI è una prestazione economica a sostegno dei lavoratori dipendenti che perdono involontariamente il lavoro: è un’indennità mensile di disoccupazione universale e il suo fine è raggruppare in un’unica misura le disoccupazioni e le mobilità. Gli assegni familiari ANF sono anch’essi una prestazione economica che l’INPS destina a determinate condizioni a favore delle famiglie dei lavoratori dipendenti, assimilati e pensionati AGO. Gli ANF non sono però una prestazione automatica e devono essere richiesti dal lavoratore al datore di lavoro, o nel caso di non occupazione, direttamente all’INPS.

Chi percepisce la NASpI 2018 INPS può anche fare domanda di Assegni Familiari se in possesso dei requisiti necessari. L’Assegno al nucleo familiare spetta se il nucleo familiare è composto da più persone e il reddito familiare rientra nei limiti riassunti dall’INPS in apposite tabelle ANF ogni anno. Sulla base del reddito complessivo e il numero dei componenti il nucleo familiare viene fatto il Calcolo Assegni Familiari ANF.

Per le domande ANF durante la NASpI basta fare richiesta in modo telematico, così come si fa per richiedere la disoccupazione: o da area riservata al cittadino tramite PIN personale INPS, o tramite patronato o via call center al numero verde INPS 803164 o 06164164 da mobile. La domanda ANF può essere inoltrata anche separatamente rispetto alla domanda di disoccupazione; va compilato il modello ANF PREST Disoccupazione online.

Durante l’inoltro della domanda di NASpI l’utente potrà scegliere se presentare anche domanda di ANF. Si parla quindi di richiesta ANF contestuale alla domanda. Il modulo va compilato normalmente con i dati che andrebbero inseriti in una normale domanda di Assegni familiari. Alcuni dati familiari comunque saranno caricati automaticamente attraverso l’immissione dei codici fiscali. Se durante la domanda di NASpI non si sceglie di aver diritto agli ANF questi non vanno persi; infatti si potrà presentare la domanda anche successivamente e in questo caso si parla di richiesta ANF non contestuale alla domanda di disoccupazione.

Per l’accesso diretto del cittadino il modulo va compilato sempre online da: sportello Virtuale per i Servizi di Informazione e Richiesta di Prestazioni; assegno al Nucleo Familiare; ANF disoccupazione non agricola. Adesso si dovrà scegliere acquisizione e poi selezionare la NASpI a cui abbinare la domanda di assegni familiari. Se si percepisce già la NASpi, insieme ai normali pagamenti si riceveranno anche i soldi degli assegni familiari. A proposito di arretrati ANF su disoccupazione NASpI, la prescrizione del diritto decade dopo 5 anni. Per fare questa richiesta bisogna seguire le istruzioni di compilazione del Modello ANF PREST non contestuale alla domanda e presentare una domanda ANF per ogni periodo non pagato. Se non si sta già percependo un’altra prestazione, se si decide per il pagamento tramite accredito diretto su IBAN bisogna inoltre presentare il Modello SR163 INPS. L’autorizzazione ANF42 è necessaria in taluni casi per poter ottenere il pagamento degli assegni familiari. Nel caso di domanda di pagamento diretto degli ANF da parte dell’INPS, come nel caso di NASpI e Assegni Familiari ANF, non è necessario richiedere l’autorizzazione ANF42.

Per informazioni, contatta la sede Cedan più vicina a te e visita il nostro sito! Per contattare la sede nazionale scrivi un’e-mail all’indirizzo [email protected] e contatta il numero 091 7098356.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione