Dislessia? Causata da “connessioni cerebrali difettose”

di redazione
ipsef

Almeno secondo una scoperta dei ricercatori dell’Università Cattolica di Leuven.

Almeno secondo una scoperta dei ricercatori dell’Università Cattolica di Leuven.

La pubblicazione su Science del Dottor Boets che avrebbe dimostrato che le le rappresentazioni fonetiche – schemi neurali che permettono di classificare i suoni e renderli interpretabili – che si pensava essere distorte e alla base del problema della dislessia, sono perfettamente integre.

Alla base del problema ci sarebbe, invece, la capacità cerebrale di accedervi. Cioé, ad essere ostacolata è la comunicazione tra regione frontale e regione temporale, e maggiore è l’ostacolo più problemi ci sono nella lettura e ortografia.

La nostra sezione "Disturbi specifici apprendimento" dedicata alla didattica

Versione stampabile
anief
soloformazione