Disegno di legge sulla scuola. Dalle audizioni in Parlamento emerge il dissenso della scuola

di redazione
ipsef

Dichiarazione di Mimmo Pantaleo Segretario Generale FLC CGIL Il Governo e il Parlamento prendano atto che sul disegno di legge sulla scuola non c'è consenso nel Paese e nelle scuole.

Dichiarazione di Mimmo Pantaleo Segretario Generale FLC CGIL Il Governo e il Parlamento prendano atto che sul disegno di legge sulla scuola non c'è consenso nel Paese e nelle scuole.

Come emerso dalle audizioni in Parlamento, le critiche sull'impianto e sul merito dei punti fondamentali del disegno di legge sono severe e tutti chiedono un radicale cambiamento. Nelle scuole cresce il dissenso di docenti, personale Ata, dirigenti scolastici e studenti ai contenuti del disegno di legge e la mobilitazione nei prossimi giorni si estenderà.

Il rischio è che il prossimo anno scolastico inizi nel caos e nell'incertezza più totale. Per queste ragioni è necessario, come ribadito da tutte le organizzazioni sindacali, che ci sia un decreto d'urgenza per le stabilizzazioni, che comprendano il personale ATA, che si stralcino le materie relative al rapporto di lavoro che vanno regolate per contratto e che su tutto il resto si apportino i cambiamenti richiesti da più parti senza forzature e ricatti sui tempi di approvazione del provvedimento.

Per cambiare veramente il sistema di istruzione occorrono partecipazione e consenso e non autoritarismo.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione