DISAL: ‘Modificare il sistema attraverso la leadership scolastica’

WhatsApp
Telegram

Ufficio stampa DiSAL – Si è svolto dal 12 al 15 novembre 2015 a Palermo  il Consiglio Nazionale di DiSAL, con la presenza di oltre cinquanta dirigenti di scuole statali e paritarie in rappresentanza di tutti i gruppi associativi regionali.

Ufficio stampa DiSAL – Si è svolto dal 12 al 15 novembre 2015 a Palermo  il Consiglio Nazionale di DiSAL, con la presenza di oltre cinquanta dirigenti di scuole statali e paritarie in rappresentanza di tutti i gruppi associativi regionali.

Il Consiglio, nell'affrontare le tematiche emerse nei diversi ambiti regionali, ha voluto approfondire i percorsi professionali sui quali l'Associazione si impegnerà durante l'anno scolastico.  “Il Consiglio  ha richiamato all'inizio dei lavori il presidente Ezio Delfino  esercita la responsabilità di valutare il percorso associativo e, alla luce degli ideali originari, di indicare le future linee operative”.

I lavori sono stati introdotti dalla relazione del prof. Dario Nicoli , dell'Università Cattolica di Bergamo, che ha documentato come la scuola sia oggi l'istituzione decisiva per il ‘risveglio' culturale della nostra società. La sua qualità, secondo Nicoli, si evidenzia in cinque missioni: essere punto di riferimento nel territorio;  mobilitare le risorse della comunità;  suscitare e mobilitare le risorse ed i talenti degli studenti; formare in modo educativo i giovani; svolgere un'azione generativa per famiglie, mondo economico, mondo associativo ed istituzionale.

Accettando un franco dialogo con i presenti, il Sottosegretario all'Istruzione on.le Davide Faraone ha indicato ai membri del Consiglio Nazionale le prospettive di riassetto della scuola italiana che Governo e Parlamento hanno avviato. Nel dialogo sugli aspetti applicativi della riforma che ancora richiedono azioni di chiarimento e di sostegno, il Sottosegretario ha ascoltato le proposte di miglioramento che i dirigenti italiani stanno rilevando in questa prima fase attuativa. In particolare ha comunicato che il Miur sta riscrivendo il regolamento relativo al nuovo Bando di concorso per dirigenti scolastici con l'intento  di superare il modello dei test preselettivi e di superare la delega alla Scuola di Pubblica Amministrazione. DiSAL ha accolto con favore le scelte in quanto da sempre favorevole ad un reclutamento che valorizzi le esperienze professionali ed a modalità di formazione che focalizzino tematiche gestionali, relazionali, amministrative, ma anche formative e pedagogiche.

I lavori del Consiglio nazionale, sempre sorprendentemente ricchi di cultura professionale ed amicizia, hanno  elaborato riflessioni e proposte sui problemi più urgenti della scuola italiana e della professione direttiva: dalla valutazione dei docenti, all'alternanza scuola-lavoro, dai Piani di Miglioramento alle attività di Rete.

Il Consiglio ha rilanciato , inoltre, gli strumenti della presenza associativa quali il nuovo sito internet di prossima pubblicazione, la rivista semestrale ‘Dirigere scuole' unica nel suo genere ed i Laboratori regionali come luoghi di solidarietà professionale sull'attuazione della L 107/2015.

Il Consiglio ha inoltre stabilito di proporre con urgenza a tutti i colleghi italiani ed alle forze associative una modifica delle norme che caricano ingiustamente sul preside la responsabilità della sicurezza dell'edificio, per evitare che riaccada una vicenda come quella che ha tristemente colpito il collega dell'Aquila, al quale i colleghi hanno inviato tutta la loro umana solidarietà.

“La tre giorni – ha sintetizzato Ezio Delfino – ha documentato la vivacità culturale dell'Associazione e rinnovato il desiderio di una presenza sempre più adeguata al sostegno di una reale leadership educativa nelle scuole.”.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro