Disabilità. Da gennaio apre l’Agenzia nazionale per la tutela dei diritti

Stampa

L'Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti (Uici), che festeggia la Giornata nazionale del Cieco oggi, ha promosso la nascita dell'Agenzia nazionale per la tutela dei diritti nell'area della disabilità. 

L'Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti (Uici), che festeggia la Giornata nazionale del Cieco oggi, ha promosso la nascita dell'Agenzia nazionale per la tutela dei diritti nell'area della disabilità. 

L'Agenzia , che avrà come obiettivo la tutela diritti legali della persona con disabilità, comincerà il suo lavoro il prossimo gennaio.

Tra i suoi compiti figura anche il sostegno psicologico e il supporto tecnologico per quanti subiscono un qualche tipo di dicriminazione.

"Sono passati 57 anni da quando Paolo Bentivoglio istituì la ricorrenza del 13 dicembre per promuovere nella società i diritti, le istanze e l'integrazione delle persone non vedenti". La discriminazione si nasconde dietro tante forme, più o meno evidenti a volte riguarda la scuola e i libri che non arrivano in tempo o le ore di supplenza mascherate da sostegno; altre volte il lavoro, chi ti ha assunto che non ti mette a disposizione la tecnologia necessaria per svolgerlo al meglio, oppure ti mette in uno stanzino buio perché ha adempiuto all'obbligo di legge e oramai non gli servi più; altre ancora la mobilità in autonomia o col cane guida, il tassista che non ti fa salire in auto o il ristoratore che non ti fa entrare. Vogliamo offrire ai soci dell'Unione uno strumento che possa essere allo stesso di tutela dei diritti e di sostegno alle persone più deboli, affinché – conclude Barbuto – possano difendersi e sentirsi sostenuti nella loro battaglia più grande, quella dei diritti" ha dichiarato il presidente nazionale dell'Uici, Mario Barbuto.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata