Diritto del lavoro e della sicurezza nei programmi scolastici, la Ministra Calderone dice sì: “Deve accompagnare la crescita dei nostri giovani”

WhatsApp
Telegram

Arriva l’ok dal ministero del lavoro alle proposte di legge in discussione alla Commissione Lavoro della Camera sull’introduzione dell’insegnamento del diritto del lavoro e della sicurezza nei luoghi di lavoro nei programmi scolastici.

E’ stata la stessa ministra del Lavoro, Marina Calderone, nel corso di una audizione, ad esprimere “apprezzamento” sui provvedimenti all’esame della Commissione sicura che si “potrà arrivare, anche attraverso un dialogo proficuo tra Parlamento e Governo alla condivisione di un testo che deve essere orientato alla formazione diffusa e alla crescita alla cultura della sicurezza che deve essere parte essenziale dell’educazione civica che deva accompagnare la crescita dei nostri giovani“.

Iniziative importanti“, dunque, quelle all’attenzione dei parlamentari della Camera, “perchè, per la prima volta, si intende introdurre in maniera strutturata e definita l’insegnamento in materia di sicurezza del lavoro“.

D’altra parte, annota ancora, “la formazione merita il giusto spazio nel modo della scuola e nell’ambito dei programmi scolastici“.

E’ noto che l’Italia ha un impianto normativo importante in tema di sicurezza e prevenzione di infortuni sul lavoro. Le regole ci sono e sono anche sostenute da un apparato sanzionatorio rilevante“, aggiunge ma sottolineando come “non ci si possa limitare esclusivamente ad aspetti normativi e al contrasto degli abusi“.

Infatti, prosegue, “oltre a mantenere alta l’attenzione sul tema è necessario un cambiamento nell’approccio che deve invece puntare sulla prevenzione e non solo sul contrasto degli infortuni sui luoghi di lavoro“.

WhatsApp
Telegram

AggiornamentoGraduatorie.it: GPS I e II fascia, calcola il tuo punteggio