Diritto allo studio: la prossima settimana confronto Governo-Regioni su ultimo nodo, le risorse future

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

Miur – Profumo: per me rappresenta assoluta priorità Necessario venire incontro a studenti e famiglie

Miur – Profumo: per me rappresenta assoluta priorità Necessario venire incontro a studenti e famiglie

Il diritto allo studio rappresenta una assoluta priorità del mio mandato. Ne è prova concreta il fatto che dal mio insediamento il fondo integrativo statale è aumentato dai 98 milioni del 2011 ai 162 del 2012 e ai 150 del 2013. Il mio impegno in tal senso è dunque chiaro e inequivocabile.

La situazione economica e sociale del Paese chiede ora un ulteriore sforzo, per venire incontro all’accorato appello degli studenti, e delle loro famiglie, che ogni giorno chiedono a me, e a tutte le persone che con il ministero concorrono a determinare la distribuzione delle borse di studio, un concreto impegno.

Possiamo raggiungere l’obiettivo, ed evitare che altri giovani corrano il rischio di abbandonare gli studi per problemi di natura meramente economica. Dopo una lunga gestazione, l’attento ascolto di tutte le parti interessate e le ultime modifiche delle settimane scorse, i contenuti del decreto finalmente non sono più in discussione, ma ormai condivisi sia dal ministero che dalle Regioni. Regioni che, però, evidenziano ora con forza il nodo delle risorse future, a partire dall’anno accademico 2014-2015.

Per questo, dopo la Conferenza Stato-Regioni di oggi, mi sono personalmente impegnato a concordare, con la Presidenza del Consiglio e le Regioni, una data per un confronto. La riunione è stata prontamente fissata all’inizio della prossima settimana.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri