Diritto allo studio, Link: provvedimenti Governo rischiano di escludere migliaia di studenti

WhatsApp
Telegram

Comunicato Link Coordinamento Universitario – Continua la guerra del governo agli studenti e all’istruzione. Dopo i 30 milioni di tagli alle borse di studio previsti nell’ultima legge di stabilità che escluderanno più di 10.000 studenti dai servizi per il diritto il governo, il governo approva un nuovo provvedimento che rischia di tagliare fuori decine di migliaia di studenti, in particolari studenti iscritti al primo anno, dai bandi per il diritto allo studio.

Infatti il decreto sulle nuove disposizioni utili al calcolo dell’ISEE prevede la modifica della scadenza della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) anticipandola al 31 agosto di ogni anno, impedendo a numerosissimi studenti di richiedere la borsa di studio perché non avrebbero il tempo materiale di calcolare i dati (a causa anche delle lungaggini burocratiche dell’INPS) entro le scadenze previste nei bandi regionali per il diritto allo studio, solitamente previste nei primi giorni di settembre.

“E’ molto grave che un governo che si definisce del cambiamento volti nuovamente le spalle agli studenti e non si preoccupi minimamente delle conseguenze infauste prodotte dalle loro scelte. Chiediamo l’abrogazione immediata di tale norma in modo da evitare l’ennesima diaspora di studenti dai nostri atenei” dichiara Alessio Bottalico, coordinatore nazionale di link coordinamento universitario

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA