Diritto allo studio, la Regione Puglia riserva fondi per oltre 14 milioni di euro

Stampa

Sono dieci i milioni impegnati dall’assessore all’istruzione, formazione e lavoro della Regione Puglia, Sebastiano Leo, per il Piano regionale per il diritto allo studio 2017 a cui si sommano i 4 milioni destinati alla fornitura gratuita o semigratuita di libri di testo per l’anno scolastico 2017-2018.

L’intervento, realizzato di concerto con l’assessore al bilancio, Raffaele Piemontese, conferma – spiega una nota – come il diritto all’istruzione rappresenti una priorità nell’ambito delle politiche della Regione Puglia.

“L’approvazione del Piano regionale per il diritto allo studio – ha commentato l’assessore Leo – permetterà l’utilizzo di risorse destinate a co- finanziare servizi come il servizio mensa, il servizio di trasporto, le facilitazioni di viaggio, l’acquisto scuolabus, l’acquisto di sussidi scolastici e attrezzature didattiche per disabili. Saranno i Comuni della regione ad utilizzare e gestire queste risorse, attraverso la predisposizione di una programmazione elaborata con il concorso delle istituzioni scolastiche statali e paritarie, e trasmettendo poi alla Regione una relazione annuale sull’utilizzo dei fondi e sul raggiungimento degli obiettivi della programmazione, nonché sulle esigenze e le particolarità del loro territorio. A questi dieci milioni per il diritto allo studio del Piano regionale, si somma un ulteriore finanziamento pari a un milione di euro destinato alle scuole dell’infanzia e paritarie”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur