Dirigenti scolastici, Udir: ecco gli emendamenti al decreto sostegni

Stampa

Resi pubblici gli emendamenti: sono presenti ben cinque proposte emendative, tra cui la questione sulla mobilità dei dirigenti scolastici, argomento più volte affrontato dal giovane sindacato UDIR.

Come detto sono 5 le proposte emendative all’articolo 30 e 31 del Decreto Sostegni (A.S.2144) che cambiano i vincoli attuali, estendendo fino al 70 o addirittura al 100% il limite dei posti sulle sedi vacanti e disponibili utili per i trasferimenti dei dirigenti scolastici ed eliminano i blocchi per i neo assunti dell’ultimo concorso, a dispetto dell’emergenza epidemiologica che ha portato molti presidi a lavorare fuori la propria regione di residenza. Finalmente si affronta il problema dei capi d’istituto assunti con i concorsi del 2011 e 2015 della regione Campania che pur avendo superato i vincoli previsti per la richiesta di mobilità non riescono a tornare a casa

 

GLI EMENDAMENTI

Sono misure che vengono adottate al fine di assicurare il regolare funzionamento delle istituzioni scolastiche e l’efficace gestione delle problematiche conseguenti all’emergenza sanitaria da Covid-19.

 

IL COMMENTO DEL SINDACATO UDIR

Udir plaude, convinto che la risoluzione dei problemi passi dal dialogo con le istituzioni. Purtroppo però non sono stati presi in considerazione altri emendamenti segnalati, come quello che richiede uno scudo penale per i presidi rispetto all’apertura e alla gestione della sicurezza delle scuole al tempo del Covid-19, così come proposto per i vaccinatori, e la messa a regime della norma approvata in Legge di Bilancio che ha permesso di recuperare circa 400 sedi di presidenza, oltre alla perequazione dei dirigenti scolastici ai dirigenti appartenenti alla stessa area della pubblica amministrazione.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata