Dirigenti scolastici sottoposti ad inutili e vessatori obblighi. Lo Snals chiede chiarimenti

WhatsApp
Telegram

“Numerose ormai sono le criticità relative alla dirigenza scolastica che continuano a non trovare ipotesi di soluzione. Ci auguriamo che l’Atto di Indirizzo per il rinnovo del CCNL dell’Area Istruzione e Ricerca contenga le direzioni giuste per coniugare le esigenze di rilancio dell’istruzione e della ricerca con politiche concrete di riconoscimento del lavoro dei dirigenti”.

Lo dice la segretaria generale Snals Confsal Elvira Serafini, nel suo comunicato stampa.

La categoria dei dirigenti scolastici – spiega la sindacalista – sta vivendo una situazione professionale che mai si era vista prima, particolarmente nei rapporti con l’Amministrazione e con altri Organi dello Stato. Una situazione che si traduce in un vissuto quotidiano dei dirigenti scolastici fatto di adempimenti ed incombenze sempre più pressanti ma che nulla o poco hanno a che vedere con i compiti di coordinamento didattico e le finalità educative delle istituzioni scolastiche di cui sono a capo. Noi crediamo in una dirigenza interprete dei bisogni educativi della comunità scolastica e la vorremmo vedere orientata innanzitutto alla promozione di innovazioni sul piano didattico ed organizzativo“.

Su questi ed altri problemi, nonostante gli impegni assunti, sino ad ora, non si è neppure aperta la discussione, quasi confermando una difficoltà ad avviare la ricerca di soluzioni, a confrontarsi con le organizzazioni sindacali o persino semplicemente a rendere note eventuali iniziative sulle quali convergere“, prosegue Serafini.

“Lo SNALS-Confsal esige che la politica e l’amministrazione diano corso ad azioni volte a semplificare i compiti burocratici ed in primo luogo quelli imposti dall’Anac, in contrasto tra l’altro con le previsioni legislative e nel silenzio totale dell’amministrazione centrale. A tal proposito abbiamo chiesto un incontro all’Anac per avere chiarimenti definitivi sugli obblighi, in capo ai dirigenti scolastici, di pubblicazione e di monitoraggio dei dati previsti dal Dlgs 33/2013, anche in considerazione dei diversi comportamenti adottati dagli USR in relazione alle recenti note dell’Anac”, insiste la segretaria Snals che conclude ricordando: “Lo SNALS-Confsal che insieme a FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola RUA ha indetto un’assemblea nazionale dei dirigenti scolastici, confida in rapide decisioni in grado di avviare finalmente un’azione di semplificazione amministrativa e di riconoscimento concreto del lavoro dei dirigenti scolastici e delle enormi responsabilità che sono loro attribuite“.

 

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana