Dirigenti scolastici, retribuzione di posizione parte variabile: distribuzione in base al personale in servizio e non ai posti in organico

WhatsApp
Telegram

Il 4 agosto u.s. scorso si è svolta al Miur una conferenza di servizi, avente per oggetto l'Area V Dirigenza scolastica. Fondo Unico di Amministrazione (FUN) per la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti scolastici e connessi contratti integrativi regionali (CIR) e alla quale hanno partecipato Miur, Mef, Funzione Pubblica e Aran. 

Il 4 agosto u.s. scorso si è svolta al Miur una conferenza di servizi, avente per oggetto l'Area V Dirigenza scolastica. Fondo Unico di Amministrazione (FUN) per la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti scolastici e connessi contratti integrativi regionali (CIR) e alla quale hanno partecipato Miur, Mef, Funzione Pubblica e Aran. 

La conferenza ha affrontato e superato una problematica, che si trascina da tempo, ossia la modalità di attribuzione delle risorse per la retribuzione di posizione parte variabile dei dirigenti scolastici (nei Contratti Integrativi Regionali dal 2012/2013 al 2015/2016), che per l'Ufficio Centrale di Bilancio (UCB) doveva essere distribuita sulla base dei posti in organico e per i sindacati sulla base dei dirigenti in servizio.

La Conferenza ha stabilito che l'interpretazione normativa da parte dell'UCB è errata, per cui la distribuzione delle risorse per la retribuzione di posizione parte variabile dei dirigenti scolastici deve essere effettuata sulla base dei dirigenti in servizio.

E' stato, infine, chiarito che la retribuzione delle reggenze deve avvenire non a valere sulla quota dedicata alla retribuzione di posizione, ma su quella di risultato.

Il Verbale della Conferenza

WhatsApp
Telegram

Eurosofia e Udir presentano l’evento formativo “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”. Roma 25 agosto 2022