Dirigenti scolastici reggenti potranno scegliere docente vicario

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I dirigenti scolastici a cui vengono assegnate le reggenze potranno a breve designare un vicario con cui collaborare da distaccare per affidargli alcune mansioni. 

Lo ha detto il ministro Bussetti in un’intervista al quotidiano La Verità, specificando che il Ministero è già al lavoro anche su questo fronte.

Per il titolare dell’Istruzione, il vicario può essere scelto in totale autonomia dal preside. L’operazione servirebbe ad aiutare i dirigenti scolastici gravati dalle reggenze che servono a compensare la carenza del 25% rispetto al fabbisogno.

I costi sarebbero già chiari e ammontano, stando alle dichiarazioni di Bussetti a “sessanta milioni. Forse – ha ipotizzato il Ministro – riusciamo a ricavarla con risorse nostre interne, senza chiedere ulteriori stanziamenti“.

In fatto di collaborazione, in realtà, anche l‘Anp è intervenuta nei giorni scorsi  per chiedere al Ministro Bussetti che i colleghi delle scuole in reggenza possano esonerare dall’insegnamento il collaboratore principale da loro individuato.

Anche Ancodis ha chiesto di recente un riconoscimento giuridico quando dirigenti accettano reggenze in presenza di collaboratori validi.

Versione stampabile
anief
soloformazione