Dirigenti scolastici, iniziato iter proposta legge su responsabilità in materia di sicurezza e utilizzo edifici

Stampa

I dirigenti scolastici, com’è noto, sono tuttora in stato di agitazione per le numerose problematiche attinenti allo svolgimento della loro attività.

Di seguito alcune delle criticità denunciate dagli stessi dirigenti durante la manifestazione del 25 maggio u.s.:

  • retribuzioni non adeguate ai compiti e alle responsabilità;
  • poteri non adeguati al raggiungimento degli obiettivi fissati in sede di stipula del contratto triennale;
  • vessazioni burocratiche;
  • responsabilità in materia di edilizia scolastica e sicurezza dei luoghi di lavoro senza possibilità di intervento, considerato che gli edifici scolastici appartengono agli enti locali.

Riguardo a quest’ultimo punto, come comunicatoci in redazione, iniziano oggi le audizioni in Commissione cultura, relative alla proposta di legge sulla responsabilità dei dirigenti in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro e sull’utilizzo degli edifici destinati all’istruzione e alla formazione.

Ecco il comunicato dei deputati PD Rocchi e Carrocci: 

Oggi con le audizioni in Commissione Cultura entra nel vivo l’iter della proposta di legge sulla responsabilità dei dirigenti in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro e sull’utilizzo degli edifici destinati all’istruzione e alla formazione.

Finalmente, si interviene su uno dei nodi problemi più gravi che i dirigenti scolastici devono affrontare stretti tra le responsabilità che gravano sulle loro spalle e la quasi totale assenza di strumenti per affrontare le questioni strutturali e impiantistiche delle loro scuole. Non è facile per un dirigente occuparsi di sicurezza senza poter  intervenire in maniera autonoma neppure sulla manutenzione ordinaria. Crediamo che l’approvazione di questa norma, che abbiamo fortemente sostenuto, consentirà di risolvere le incongruenze della normativa superando i frequenti conflitti di attribuzione di responsabilità in merito alla sicurezza nelle scuole.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur