Dirigenti scolastici, funzioni e compiti nel CCNL 2016-18

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Il nuovo CCNL 2016/18 dei dirigenti scolastici definisce, tra le altre cose, le funzioni degli stessi. Vediamo quali sono.

Funzioni e compiti del dirigente

L’articolo 52 del Contratto, relativamente alle funzioni e ai compiti dei dirigenti, rinvia all’articolo 25 del D.lgs. 165/01.

In base al succitato decreto, il dirigente scolastico:

  • assicura la gestione unitaria dell’istituzione;
  • ha la legale rappresentanza dell’istituzione diretta;
  • è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio;
  • ha poteri, nel rispetto delle competenze degli organi collegiali, di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane;
  • organizza l’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative;
  • è titolare delle relazioni sindacali.

Processi di insegnamento/apprendimento

Oltre a quanto previsto dal D.lgs. 165/2001, il dirigente scolastico, come leggiamo nel Contratto promuove:

  • l’attuazione del diritto all’apprendimento dei discenti;
  • la qualità dei processi formativi.

La promozione dell’attuazione del diritto all’apprendimento e della qualità dei processi formativi deve avvenire nel rispetto della libertà di insegnamento e dell’autonomia professionale dei docenti, valorizzando le risorse umane e favorendo la partecipazione, il dialogo e la collaborazione tra le  componenti dell’istituzione scolastica e con tutti gli attori sociali, culturali,  professionali, ed economici del tenitorio.

Aumenti dirigenti scolastici fino, tutte le cifre. [SCARICA IL TESTO DEL CONTRATTO]

Versione stampabile
anief banner
soloformazione