Personale ATA e Dirigenti dal 1° aprile in servizio anche se non vaccinati con piene mansioni. NOTA MINISTERO [PDF]

WhatsApp
Telegram

Con la nota 620 del 28 marzo 2022 il ministero dell’Istruzione fornisce le attese indicazioni sull’obbligo vaccinale del personale docente e ATA dopo la pubblicazione del decreto n. 24 del 24 marzo in Gazzetta Ufficiale. ATA e dirigenti scolastici non vaccinati possono rientrare al lavoro dal 1° aprile con il green pass base, quindi con tampone negativo.

Non svolgendo “attività didattiche a contatto con gli alunni” – spiega il Ministero dell’Istruzione-si ritiene che i dirigenti scolastici ed il personale ATA, pur se inadempienti all’obbligo vaccinale e comunque fermo restando tale obbligo, possano essere riammessi in servizio dalla data di entrata in vigore del citato decreto-legge n. 24, e possano essere normalmente adibiti allo svolgimento di tutte le ordinarie attività.

Dunque dal 1°aprile anche i non vaccinati possono rientrare a scuola.

Si evidenzia che per l’accesso ai luoghi di lavoro tutto il personale scolastico è comunque tenuto ad esibire, fino al termine del 30 aprile 2022, una delle certificazioni verdi COVID-19 da vaccinazione, guarigione o test (c.d. green pass base) di cui all’articolo 9, comma 1, lettera a-bis, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 521.

Per la verifica dell’adempimento dell’obbligo vaccinale e delle certificazioni verdi continuano a trovare applicazione le procedure automatizzate finora utilizzate.

NOTA

Docenti non vaccinati rientrano a scuola su altre mansioni pagando 100 euro di multa. In classe solo chi è in regola. NOTA MINISTERO [PDF]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur