Dirigenti Scolastici, corso – concorso per il reclutamento. Vicari con esonero dall’insegnamento, nomina dei vincitori di concorso anche in corso d’anno

di Lalla
ipsef

red – Il Decreto Legge approvato oggi nel Consiglio dei Ministri contempla nuove misure per i Dirigenti Scolastici, a partire dal reclutamento, fino alla soluzione dei concorsi precedenti ancora non conclusi.

red – Il Decreto Legge approvato oggi nel Consiglio dei Ministri contempla nuove misure per i Dirigenti Scolastici, a partire dal reclutamento, fino alla soluzione dei concorsi precedenti ancora non conclusi.

Nuovo reclutamento Dirigenti Scolastici

Il reclutamento dei Dirigenti Scolastici si realizza mediante corso – concorso, bandito annualmente per tutti i posti vacanti. Al corso – concorso possono essere ammessi candidati in numero superiore a quello dei posti, secondo una percentuale massima del 20%.

Può partecipare il personale docente ed educativo delle istituzioni scolastiche ed educative statali, in possesso del relativo diploma di laurea, che abbia maturato dopo la nomina in ruolo un periodo di servizio effettivo di almeno 5 anni.

E’ previsto il pagamento di un contributo da parte dei candidati, per le spese della procedura concorsuale.

Il concorso comprendere una prova preselettiva e comprende una o più prove scritte e una prova orale, cui segue la valutazione dei titoli.

Esonero dall’insegnamento per docenti con funzioni vicarie

Nelle regioni nelle quali uno dei concorsi a posti di Dirigente Scolastico (2004, 2011) non si è ancora concluso con la definitiva approvazione delle graduatorie, i docenti con funzioni vicarie, che prestano la propria attività di insegnamento presso istituzioni scolastiche autonome, non assegnate a Dirigenti Scolastici con incarico a tempo indeterminato o alla conferma degli incarichi di presidnenza, ma conferite in reggenza a Dirigenti aventi incarico presso un’altra istituzione scolastica autonoma, possono ottenere l’autorizzazione all’esonero dall’insegnamento. Questi docenti saranno sostituiti con supplenze temporanee.

Incarichi di reggenza a tempo

Gli incarichi di reggenza ai dirigenti scolastici titolari presso altre istituzioni scolastiche e gli esoneri dall’insegnamento cessano alla conclusione della relativa procedura concorsuale per il reclutamento dei dirigenti scolastici, con la nomina in corso d’anno, dei vincitori di concorso.

Rinnovazione delle procedure concorsuali

Qualorai si renda necessario rinnovare le procedure del concorso Dirigenti Scolastici in seguito ad annullamento giurisdizionale, se il numero dei concorrenti è superiore alle 300 unità, la commissione può essere integrata per ogni gruppo di 300 o frazione di 300, con altri componenti in numero sufficiente a costituire sottocommissioni.

Decreto scuola. Il testo della Gazzetta ufficiale, definitivo. Tutti i contenuti, commenti e approfondimenti

Versione stampabile
anief banner
soloformazione