Dirigente scolastico sotto inchiesta disciplinare per critiche ad Azzolina: Lega e Udc presentano interrogazione parlamentare

Stampa

Il deputato della Lega, Rossano Sasso, in una nota, annuncia la presentazione di un’interrogazione parlamentare sul caso del dirigente scolastico di Vo’Euganeo. 

“Non solo il Preside di Vo Euganeo, Alfonso D’Ambrosio, Dirigente Scolastico pluripremiato ed amato da studenti e professori. Nelle ultime ore, dopo il mio intervento alla Camera volto a denunciare le intimidazioni al Preside D’Ambrosio, mi sono giunte numerose segnalazioni simili, da parte di docenti e dirigenti scolastici. Tutti con un denominatore comune: sotto inchiesta disciplinare per aver criticato pubblicamente e sui social l’operato del Ministro Azzolina”, afferma Sasso.

“Sto avviando le opportune verifiche, e se dovesse emergere quanto già appurato per il caso D’ambrosio, ci troveremmo dinanzi ad un quadro inquietante: dal Ministero ci sarebbe qualcuno molto vicino alla Azzolina che persegue il dissenso. Anche se pacato, civile, nel rispetto dei parametri già rigidi delle norme della pubblica amministrazione, ma ugualmente oggetto di contestazione di addebito”, aggiunge.

“Ho depositato una interrogazione parlamentare per il caso di Vo Euganeo, dove un preside modello viene attaccato per aver espresso un pensiero, e mi riservo di presentarne altre almeno per 5 casi simili. La libertà di espressione non si tocca, il Ministro Azzolina ha tutti gli organi di informazione a disposizione, quasi sempre senza contraddittorio per autoelogiarsi, eviti determinate condotte da parte di funzionari a lei vicini”, conclude.

Dirigente scolastico sotto inchiesta disciplinare per critiche ad Azzolina. Il Ministro: chiarimento nella sede deputata

Anche l’Udc ha presentato un’interrogazione parlamentare tramite il senatore Antonio De Poli: “Il dirigente scolastico di Vo’ Euganeo  finito nella bufera e al centro di un provvedimento disciplinare da parte del Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, merita risposte su quale sia la ratio di un’iniziativa formale importante visto che la libertà di espressione è garantita dalla nostra Carta Costituzionale ed è un principio che è alla base della democrazia e di una scuola cheabbia rispetto di tutte le sensibilità. Il lavoro egregio del preside  Alfonso D’Ambrosio è stato ritenuto tale da famiglie e studenti di Vo’Euganeo, una comunità che, come sappiamo, ha affrontato per prima con  grande coraggio e senso civico la pandemia. Al Governo chiederò in  un’interrogazione parlamentare indirizzata al ministro Azzolina di  chiarire le ragioni di tale procedimento disciplinare”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur