Dirigente denuncia genitori che insultano docenti. Sono pubblici ufficiali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La preside di una scuola si è schierata apertamente a difesa dei suoi professori insultati dati genitori ai quali ricorda che i docenti sono pubblici ufficiali.

E’ successo a Bari e lo riporta il quotidiano la Repubblica. “Non sono più disposta – ha detto la preside – ad accettare che nella mia scuola qualcuno possa mettere in discussione l’imparzialità, l’identità professionale e deontologica dei professori“.

I docenti difesi dalla dirigente scolastica sono stati attaccati per un motivo non nuovo: l’esito di fine anno dei loro figli. Di fronte ad alcune bocciature o voti bassi, alcuni genitori sarebbero andati in escandescenze rivolgendo parolacce e ingiurie ai professori.

Per la preside la misura è stata colma, così ha preso carta e penna per scrivere una circolare e ricordare il ruolo anche istituzionale e giuridico del docente, spiegando che attribuire un voto basso rientra nelle funzioni didattiche della professione che sta svolgendo.

I genitori – è il ragionamento della preside – che non concordano con la valutazione data ai loro figli possono usare altri strumenti a loro disposizione: una richiesta di accesso agli atti e rivolgersi all’avvocato.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione