Dirigente convoca scrutini in presenza, la normativa lo vieta

Stampa

Ci viene segnalata l’iniziativa di una scuola che ha inviato ai docenti una circolare nella quale si convocano le operazioni di scrutinio in presenza, presso la sede centrale dell’istituto.

La circolare di una scuola del catanese convoca dall’8 di giugno fino all’11 i docenti per le operazioni di scrutinio, chiedendo, tra l’altro, di presentarsi con 30 minuti di anticipo rispetto all’orario prefissato al fine di “rendere appropriate e pertinenti le proposte di voto che i docenti vorranno formulare in sede di valutazione collegiale.”

Cosa dice la normativa

Secondo quanto previsto dal DPCM del 17 maggio, al punto Q dell’articolo 1 si legge che sono “sospese le riunioni degli organi collegiali in presenza delle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado”

Il Decreto blocca tutti gli organi collegiali in presenza, dai Consigli di classe, ai Collegi docente. Di conseguenza sono bloccati anche gli scrutini in presenza. Le scuole dovranno organizzarsi a distanza, con strumenti informatici.

Il divieto, secondo quanto si legge nel DPCM, è valido fino a giorno 14 di giugno.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia